Marina di San Nicola: deltaplano precipita in acqua. Il pilota si salva grazie alla Guardia Costiera

Nonostante l’impatto, l’uomo di 67 anni, dotato di casco protettivo e giubbotto di salvataggio, ha riportato solamente alcune escoriazioni superficiali
deltaplano
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email

Ieri notte il personale della Guardia Costiera di Ladispoli, sotto il coordinamento della Sala operativa della Capitaneria di porto di Civitavecchia, ha tratto in salvo un pilota di deltaplano ammarato a Marina di San Nicola (Ladispoli).

Pilota salvato dalla Guardia Costiera esser precipitato in acqua con il suo deltaplano

Intorno alle 20.45, il custode di un hotel della zona, notando un deltaplano in difficoltà e in procinto di precipitare in prossimità della costa, ha allertato la Guardia Costiera, che ha così disposto l’immediato intervento della Motovedetta d’altura CP 305 e dei militari dell’Ufficio marittimo di Ladispoli.

Pochi minuti dopo, a seguito di un’ulteriore telefonata in cui si comunicava l’avvenuto ammaraggio, a circa dieci metri dalla costa in prossimità dell’hotel, il personale di Ladispoli è intervenuto traendo in salvo il malcapitato in acqua nei pressi della scogliera antistante la struttura ricettiva.

Nonostante l’impatto, l’uomo di 67 anni, dotato di casco protettivo e giubbotto di salvataggio, ha riportato solamente alcune escoriazioni superficiali.

E’ stato comunque richiesto l’intervento del 118 per il successivo trasporto presso la struttura ospedaliera più vicina per i dovuti accertamenti.

La CP 305, giunta in prossimità della zona d’impatto, non riscontrava alcuna forma di inquinamento da idrocarburi o di altra natura. Il deltaplano semi affiorante, ammarato a pochi metri dalla riva, su un fondale di circa 3 metri, verrà recuperato a spese del pilota sotto la vigilanza dell’Autorità marittima.

 

Leggi anche Santa Marinella: calcinacci si staccano dal cavalcavia dell’A12 in via Poggio Bellavista. Chiusa la carreggiata

Santa Marinella: calcinacci si staccano dal cavalcavia dell’A12 in via Poggio Bellavista. Chiusa la carreggiata

Francesco Ferraro

Classe ‘91. Dal 2015 sono iscritto all’ordine dei giornalisti del Lazio. Dal giornalismo su carta, che ha e avrà sempre il suo perché, sono passato al web e, grazie a Canale 10, anche alla TV. Mondi completamente diversi, ma facce di una stessa medaglia, quella che ho deciso di indossare e che insieme alla mia “ossessiva” curiosità, spero non mi abbandonino mai! Scrivo di tutto, ma amo politica, sociale e sport.