Ladispoli: un seggio per Marina Di San Nicola

A Ladispoli i residenti di Marina di San Nicola e Monteroni chiedono di istituire un seggio elettorale nella nuova scuola di Via Venere
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email

I residenti di Marina di San Nicola e Monteroni devono recarsi a Ladispoli per esercitare il proprio diritto al voto. Il consigliere comunale Ardita chiede l’istituzione di un seggio elettorale nella nuova scuola di Via Venere.

Ladispoli: un seggio per Marina Di San Nicola. Ardita: «ci stiamo attivando per chiedere al Ministero degli Interni e alla Prefettura,  l’istituzione di un seggio elettorale nella nuova scuola di via venere»

«Oltre 1.200 residenti Marina di San Nicola e 500 di Monteroni hanno il diritto di non dover prendere l’auto per votare – lo ha dichiarato il consigliere del comune di Ladispoli Giovanni Ardita che ha  aggiunto –  ci stiamo attivando per chiedere al Ministero degli interni e alla Prefettura,  l’istituzione di un seggio elettorale nella nuova scuola di Via Venere, al fine di cancellare questa discriminazione.  Nove anni fa, l’amministrazione aveva presentato un’istanza simile agli organi competenti, ottenendo però parere negativo. Dal 2014 è stata istituita solo la domenica come giorno per le elezioni – continua Ardita –  un ostacolo in più per gli abitanti di Marina di San Nicola e Monteroni che spesso, davanti al traffico veicolare della via Aurelia, desistevano dal recarsi alle urne. Le statistiche, infatti, confermano una forte astensione nelle due frazioni. Siamo nel 2020, la popolazione  è aumentata in modo esponenziale, ci sono tanti anziani che non guidano, non è giusto privarli di un loro diritto. Chiediamo al Ministero degli Interni di istituire un seggio con due o tre sezioni nel plesso scolastico costruito nel 2013 in Via Venere.».

 

Potrebbe interessarti leggere anche: Ladispoli: movida e risse sul lungomare. Il Sindaco dice: “Basta”

Ladispoli: movida e risse sul lungomare. Il Sindaco dice: “Basta”

 

Potrebbero interessarti