Cerveteri, proteste alla scuola Don Milani: il preside risponde ai genitori

La protesta di ieri da parte di alcuni genitori davanti ai cancelli chiusi della scuola di via di Casetta Mattei, provoca la reazione sdegnata del dirigente scolastico
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email

Cerveteri: il dirigente scolastico della “Don Milani” minaccia di denunciare i genitori che non portano i figli a scuola: la protesta di ieri non è affatto piaciuta  al preside.

Cerveteri, proteste alla scuola Don Milani: il preside risponde ai genitori

«O portano i figli a scuola, o sono pronto a denunciarli». Il dirigente scolastico della “Don Milani” di Cerveteri, Riccardo Agresti, reagisce così alla protesta dei genitori contro la chiusura del plesso di via di Casetta Mattei. (Qui la notizia. ) Nei mesi scorsi, il consiglio d’istituto aveva deliberato lo spostamento di 45 bambini nel plesso de “I Terzi” per ottimizzare gli spazi e il personale Ata a disposizione, ma le famiglie non hanno preso bene il trasferimento.

Tuttavia, il preside non intende sentire ragioni: «se non manderanno i figli a scuola sono pronto a denunciarli in violazione del decreto legislativo 297 del ’94.  Aspetterò due, tre giorni e poi mi recherò dai carabinieri – ha dichiaratoAgresti.

«Noi ai genitori abbiamo dato tutte le opportunità di incontrarci e di parlare – si difende la vice-sindaca Francesca Cennerilli – non so per quale motivo abbiano deciso di protestare. Tra l’altro sono plessi che stanno a 10 minuti di distanza l’uno dall’altro. Il dirigente ha agito legittimamente, per quello che il suo ruolo e l’autonomia scolastica gli consentono di fare.»

 

Leggi anche: Ladispoli, la scuola Melone priva di mensa

Ladispoli, la scuola Melone priva di mensa

Potrebbero interessarti