Aeroporto di Fiumicino: dal 26 maggio nuove regole per accedere allo scalo

Da martedì mascherine obbligatorie, sanificazione interna ed esterna e controlli della temperatura all’ingresso
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email

Mascherine obbligatorie, sanificazione interna ed esterna e controlli della temperatura all’ingresso. Dal 26 maggio cambiano le modalità di accesso all’aeroporto di Fiumicino.

Leonardo Da Vinci: da martedì nuove regole per accedere all’aeroporto

Da martedi’ 26 maggio entreranno in vigore nuove regole per accedere all’aeroporto di Fiumicino. In base alle disposizioni previste dal decreto del 17 maggio per il contenimento del contagio da Covid 19, dal protocollo di sicurezza sanitaria dell’unione europea e dalle linee guida dell’Enac, l’accesso al Terminal Tre, l’unico al momento operativo, sarà consentito solo ai passeggeri e agli operatori.

aeroporto

Inoltre, i controlli della temperatura corporea attraverso i termoscanner, già attivi dal 4 febbraio, verranno effettuati all’ingresso dell’aerostazione e non più ai gate di imbarco. All’interno dello scalo. E’ obbligatorio indossare la mascherina di protezione e mantenere la distanza interpersonale di almeno un metro. Questa misura si aggiunge a tutte quelle adottate dalla società di gestione per rendere il Leonardo Da Vinci sicuro e confortevole. A cominciare dalla sanificazione sia delle zone interne, come banchi check-in, contenitori porta oggetti, corrimano, sale d’attesa; sia, di quelle esterne, come aree parcheggio e strade.

Tutti gli spazi interni sono stati rimodulati per garantire il distanziamento sociale, che viene chiaramente indicato da una nuova segnaletica. Sono state infine incrementate le informazioni sui monitor di servizio e installati oltre 200 dispenser di gel igienizzante.

Ti può interessare anche Ostia: blitz dei Carabinieri in piazza Gasparri. Scovato un piccolo market dello spaccio

Ostia: blitz dei Carabinieri in piazza Gasparri. Scovato un piccolo market dello spaccio