Novità in arrivo per i trasporti del Litorale (VIDEO)

Dal prolungamento della Roma-Lido fino al nuovo viadotto sul Tevere: in arrivo una rivoluzione dei trasporti. Intervista al sindaco Montino: "Opere di importanza straordinaria. A breve partiranno i lavori per il raddoppio del Ponte della Scafa"

trasporti

Il Lazio si prepara a una rivoluzione dei trasporti, con il prolungamento della ferrovia Roma-Lido fino a Fiumicino, l’imminente raddoppio del ponte della Scafa e il nuovo viadotto sul Tevere, tra Dragona e Parco Leonardo: queste le novità in arrivo per il quadrante del Litorale, approvate dalla Regione Lazio. Ne parliamo con il il sindaco di Fiumicino, Esterino Montino: 

GUARDA IL VIDEO:

I lavori – secondo la delibera – saranno realizzati grazie anche all’utilizzo dei fondi europei del Recovery Fund. 

“Credo che vada molto apprezzata la scelta da parte della Regione di aver preso come riferimento queste tre grandi opere strategiche. Tre opere nel quadrante mare che possono davvero cambiare completamente l’assetto urbanistico, infrastrutturale e della mobilità, in un territorio fortemente congestionato dal traffico”, sottolinea il sindaco.

“La cosa più bella – prosegue Montino – ritengo sia quella del collegamento via ferro: lo sfiocco della ferrovia Roma-Lido, che andrà a congiungersi con Fiumicino città e poi con la stazione ferroviaria dell’aeroporto. Credo sia un’infrastruttura straordinaria”.

Il rifacimento e l’ampliamento del ponte della Scafa, ad oggi una sorta di imbuto per la viabilità tra Ostia, fiumicino e l’autostrada, è già in cantiere: i lavori partiranno a breve.

“Il Ponte della Scafa è molto più avanti. E’ veramente questione di mesi per partire: l’infrastruttura attuale si raddoppia”, spiega il primo cittadino.

Per anni i cittadini hanno chiesto di realizzare un ponte aggiuntivo per collegare il Decimo Municipio e Fiumicino. Il nuovo Piano della Mobilità’ ha inserito la costruzione di un viadotto tra Dragona e Parco Leonardo tra gli interventi in via di realizzazione.

Per rispettare i vincoli del Recovery Fund, i lavori dovranno iniziare entro il 2023 e dovranno concludersi in tre anni: tempi, dunque, relativamente brevi. Una buona notizia per le migliaia di pendolari che vivono nel quadrante.

Il servizio è di Siria Guerrieri

canaledieci.it è su Google News:
per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie clicca su questo link digita la stellina in alto a destra per seguire la fonte.

Leggi anche: Fiumicino, niente tempo pieno alla scuola Grassi. Protestano le mamme (VIDEO)

Fiumicino, niente tempo pieno alla scuola Grassi. Protestano le mamme (VIDEO)