Mobilità sostenibile: finanziamenti per Fiumicino e Cerveteri

Dal Ministero dell’Ambiente sono in arrivo 922mila euro per i comuni di Fiumicino e Cerveteri
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email
Loading the player...

Dal Ministero dell’Ambiente sono in arrivo 922mila euro per i comuni di Fiumicino e Cerveteri. L’obiettivo è incentivare pratiche virtuose per la mobilità sostenibile negli spostamenti casa-lavoro che sono fra i principali responsabili del congestionamento del traffico urbano e dell’inquinamento atmosferico.

Mobilità sostenibile: la soddisfazione del Movimento 5 Stelle di Cerveteri

Soddisfazione è stata espressa dal Movimento Cinque Stelle di Cerveteri. “Questo finanziamento va nel verso giusto, incentivando pratiche che tutelano l’ambiente e la salute dei cittadini – si legge in una nota – verrà utilizzato per diversi interventi come ad esempio l’integrazione dell’attuale trasporto pubblico tra la stazione ferroviaria e il centro città con veicoli a basse emissioni, l’allestimento di un bike-point allo scopo di favorire l’intermodalità bici-treno, l’attivazione del pedibus presso alcune scuole del territorio, coinvolgendo due primarie. Si tratta di un esempio di buona politica, che avrà un impatto positivo per la vita di tutti I nostri concittadini” – termina il comunicato dei grillini.

Mobilità sostenibile: il commento del Movimento 5 Stelle di Fiumicino

Questo finanziamento – spiegano – verrà utilizzato per implementare il bike sharing nel corridoio C5 di Fiumicino, che collega la città a Parco Leonardo e al Comune di Roma, per completare la pista ciclabile Fregene-Maccarese, per l’acquisto e l’incentivo di bici pieghevoli e per la formazione di mobility manager, figure esperte nella gestione della mobilità Comunale, in particolare in relazione ai tragitti casa-lavoro e casa-scuola. Inoltre verrà portata avanti la buona pratica del piedibus per le scuole primarie del Comune. Promuovendo (e finanziando) queste pratiche si punta a portare avanti la cultura della mobilità sostenibile, a migliorare la qualità della vita e dell’aria nelle città e a ridurre le emissioni di gas serra responsabili dei cambiamenti climatici. Un esempio di buona politica, che avrà un impatto positivo per la vita di tutti i nostri concittadini. Per questo ringraziamo il ministro dell’Ambiente Sergio Costa, fautore di questo progetto. Questa è inoltre l’ennesima riprova che per il Movimento 5 Stelle la salute dei cittadini e la tutela dell’ambiente sono al centro dell’operato politico”, concludono.

 

Potrebbero interessarti