Isola Sacra: caos Ponte della Scafa. La proposta della Lega

Poggio: “Basta un piccolo incidente lungo via dell’aeroporto per mandare in tilt l’intera viabilità di Isola Sacra”
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email
Loading the player...

 

Basta un piccolo incidente sul viadotto o lungo via dell’Aeroporto per mandare in tilt l’intera viabilità di Isola Sacra. Una costante alla quale assistiamo quasi quotidianamente, amplificata dall’incomprensibile decisione del sindaco Montino di vietare la svolta a sinistra per imboccare via della Scafa e via Trincea delle Frasca una volta superato il Ponte della Scafa direzione Fiumicino” – lo afferma in una nota Federica Poggio, vicepresidente consiglio comunale.

“Provvedimento questo che sta creando tantissimi disagi ai residenti di Fiumicino e che ha assestato un colpo mortale alle attività presenti sulle due vie che hanno registrato un notevole decremento dell’attività lavorativa quotidiana. Tutto questo mentre si è in attesa dell’imminente abbattimento del viadotto dell’Aeroporto. Una situazione paradossale che Montino e soci continuano a non prendere di petto.

Poggio: “Si valuti la realizzazione di un sottopassaggio che dal Ponte della Scafa si innesti con via Col de Rosso”

Per questo ho presentato un documento ufficiale al consiglio comunale, rivolto al sindaco e assessori: valutare la realizzazione di un sottopassaggio che dal Ponte della Scafa si innesti con via Col del Rosso e in seguito con via della Scafa. Una soluzione, rivolta ai soli residenti di Fiumicino, per nulla fantascientifica che eviterebbe ai nostri concittadini traffico e arrabbiature.

Nel documento, vista anche l’annunciata chiusura del Ponte della Scafa prevista per l’estate, si chiede al sindaco anche di trovare soluzioni idonee a tamponare la chiusura del ponte, che di certo non può essere né la circumnavigazione del raccordo né tantomeno il sistema di chiatte da lui ideato, ma al contrario la realizzazione di un ponte bailey provvisorio il cui costo potrebbe essere equamente diviso tra Comune di Fiumicino, Comune di Roma, Regione Lazio e Anas”.

Potrebbero interessarti