Fiumicino, impianti di autodemolizione in Via della Muratella: gli ambientalisti chiedono spiegazioni al Comune

Associazioni ambientaliste: “L’amministrazione ha deciso di non concederci l’audizione in commissione”
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email

Diverse associazioni ambientaliste hanno chiesto spiegazioni al Comune di Fiumicino sulla vicenda riguardante gli impianti di autodemolizione in Via della Muratella.

Impianti di autodemolizione in Via della Muratella: gli ambientalisti chiedono spiegazioni al Comune

“Dal Comune di Fiumicino c’è un silenzio generale sulla vicenda degli impianti di autodemolizione in Via della Muratella”. Lo denunciano diverse associazioni ambientaliste che chiedono spiegazioni in merito.

autodemolizione

“Il comune di Fiumicino resta in silenzio sulla vicenda degli impianti di autodemolizione in Via della Muratella”. Lo segnalano diverse associazioni ambientaliste che spiegano: “L’amministrazione ha deciso di non concederci l’audizione in commissione.

Il caso è iniziato quando ci fu la riperimetrazione della riserva naturale del litorale che escluse dal vincolo questi terreni. Nove anni fa la polizia locale sequestrò una zona di circa otto ettari per difformità dei lavori effettuati rispetto a quanto autorizzato.

La Procura intervenne disponendo la rimozione dei sigilli per consentire il ripristino dei luoghi. Il dissequestro avvenne nel 2018, senza che fossero stati eseguiti gli interventi. In assenza del parere della soprintendenza, la giunta approvò la delibera di delocalizzazione dell’autodemolizione avviando la procedura per la convocazione della conferenza dei servizi finalizzata alla variante al piano regolatore.

autodemolizione

L’obiettivo era destinare l’area agricola a uso industriale. Il Ministero dei Beni Culturali e Città Metropolitana però espressero un voto negativo sul progetto, mentre la regione annunciò che bisognava attivare l’iter di valutazione impatto ambientale.

In particolare oggi ci chiediamo – concludono le associazioni – quale posizione assumerà l’amministrazione e cosa intende fare per tutelare gli interessi e la qualità della vita di coloro che abitano vicino a questa zona”.

Ti può interessare anche Fiumicino, Calicchio: “Dall’8 giugno il TPL vi porterà al mare”. Collegate stazioni e spiagge

Fiumicino, Calicchio: “Dall’8 giugno il TPL vi porterà al mare”. Collegate stazioni e spiagge

Potrebbero interessarti