Fiumicino: crocieristi contagiati alloggiano in un hotel. Furioso il Sindaco

3 persone sbarcate da una nave da crociera avrebbero dovuto prendere un volo all’aeroporto di Fiumicino per fare rientro nel paese d’origine, ma l’indonesia non ha autorizzato il rimpatrio e ora i crocieristi alloggiano nel B&B Hotel di via Giulio Romano, a Parco Leonardo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email

73 persone sbarcate da una nave da crociera avrebbero dovuto prendere un volo all’aeroporto di Fiumicino per fare rientro nel paese d’origine, ma l’indonesia non ha autorizzato il rimpatrio e ora i crocieristi alloggiano nel B&B Hotel di via Giulio Romano, a Parco Leonardo. La Asl ha subito predisposto una verifica sul loro stato di salute e 32 viaggiatori sono risultati positivi al coronavirus. L’edificio è stato isolato, piantonato dall’esercito e questa mattina la protezione civile di Fiumicino ha effettuato la sanificazione esterna.

Crocieristi contagiati: il commento del sindaco Montino

 

“Quello che è successo all’insaputa delle autorità sanitarie e politiche, non deve più ripetersi – ha commentato il sindaco Montino – chi arriva con le navi da crociera deve rimanere dove si trova e recarsi presso lo scalo solo quando ha la certezza di salire sul primo aereo utile. Chiedo alla protezione civile nazionale di prendere provvedimenti”.

Crocieristi contagiati: la parola all’opposizione

 

“E’ la terza volta che epidosi che riguardano il covid-19 piombano sulla città senza che sindaco ne sia informato – ha commentato il consigliere Coronas – Forza Italia è al suo fianco per una battaglia all’insegna della trasparenza”. Dal canto loro, i consiglieri della Lega Picciano, D’Intino e Poggio hanno presentato un’interrogazione per sapere dal primo cittadino come è stata gestita la situazione e da chi. Sulla questione è intervenuto anche il capogruppo di Crescere Insieme Roberto Severini. “Mi domando quanti altri viaggiatori abbiamo nel nostro territorio senza saperlo”. Ed è proprio notizia delle ultime ore che 41 – tra ucraini e russi – sono arrivati a Fiumicino da Miami, ma non sono stati autorizzati ad imbarcarsi su un altro volo e ora alloggiano al “Mercure Rome Leonardo da Vinci Airport”.

Potrebbero interessarti