False licenze Ncc: la Polizia scopre i responsabili e li denuncia

Coinvolte sette Cooperative che operavano tra Fiumicino e Ladispoli
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email

False licenze Ncc: la Polizia di Frontiera di Fiumicino ha scoperto un vasto traffico di licenze contraffatte, relative a lussuose autovetture utilizzate per il servizio di noleggio con conducente. Erano regolarmente immatricolate alla Motorizzazione.

False licenze Ncc: la Polizia scopre i responsabili e li denuncia (VIDEO)

 

Le indagini sono durate per mesi e hanno portato la Polizia a scoprire falsi NCC, che operavano tra le aree dei Castelli Romani, Ladispoli e Fiumicino.

Il bilancio dell’operazione è di  35 carte di circolazione sequestrate, abbinate ad altrettante auto immatricolate per il servizio di noleggio con conducente. Gli intestatari delle licenze sono stati denunciati per falso e ricettazione, stessa sorte per gli autisti coinvolti e i responsabili di sette Cooperative, di cui sei con sede a Roma e una a Fiumicino.

Nel corso delle perquisizioni, nella sede di una delle cooperative romane coinvolte, sono state rinvenute e sequestrate ben 30 licenze false e già pronte per l’utilizzo.

In molti casi, ai falsi conducenti interessati a lavorare abusivamente, era sufficiente contattare alcune cooperative compiacenti che, dietro compenso, in media di circa 500 euro al mese, offrivano loro il “pacchetto” completo, comprensivo di auto regolarmente immatricolate e pronte per il servizio ma con licenze false. Nel momento in cui le stesse cooperative presentavano alla motorizzazione competente la richiesta per l’immatricolazione delle vetture per uso NCC, venivano esibite le licenze abilmente contraffatte sulle quali non veniva operato alcun controllo approfondito.

False licenze Ncc, Anar e Uil:«sono necessari controlli più incisivi »

«Un ulteriore sequestro di oltre 30 autorizzazioni false che operavano tra Roma e gli scali di Fiumicino e Ciampino e da noi denunciato, non fa che confermare che sono necessari controlli più incisivi da parte del gruppo intervento traffico di Roma Capitale – hanno dichiarato in una nota congiunta Vincenzo Palma e Ivano Fascianelli rispettivamente rappresentanti di Anar (associazione nazionale autonoleggiatori riuniti)  e di Uil trasporti Lazio – crediamo che sia arrivato il momento che il neo comandante del reparto di Polizia di Roma Capitale preposto ai suddetti controlli dia un segnale forte al trasporto pubblico non di linea dando seguito alle nostre segnalazioni ed evitando alle scriventi di interpellare le varie procure in tutta Italia. Prospettiamo che le prossime inchieste sulle licenze ncc rilasciate in modo fraudolento da vari comuni italiani interessi anche quelle parcheggiate da anni vicino al suo ufficio. Ringraziamo ancora una volta gli uomini della polizia di frontiera dell’ Aeroporto di Fiumicino diretti da Giovanni Casavola per la brillante operazione svolta confermando di essere l’ultimo baluardo ad arrendersi di fronte al malaffare nel settore del tpl romano»

redazione@canaledieci.it

 

Leggi anche: Ha aggredito l’ex compagna minacciandola di morte. Arrestato il violento aguzzino

Ha aggredito l’ex compagna minacciandola di morte. Arrestato il violento aguzzino