Coronavirus a Fiumicino: il Senatore de Vecchis interroga il Ministro della Salute

Fiumicino: il senatore della Lega William De Vecchis ha depositato un’interrogazione parlamentare per fare chiarezza sui casi di positività al coronavirus riscontrati negli ultimi giorni a Fiumicino
de vecchis
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email

Fiumicino: il senatore della Lega William De Vecchis ha depositato un’interrogazione parlamentare per fare chiarezza sui casi di positività al coronavirus riscontrati negli ultimi giorni a Fiumicino (leggi qui)

Coronavirus a Fiumicino: il Senatore de Vecchis interroga il Ministro della Salute Speranza e Degli Interni Lamorgese

«Premesso che i casi di positività al coronavirus riscontrati negli ultimi giorni a Fiumicino potrebbero essere riconducibili ad una inadeguata politica di controllo, isolamento e quarantena dei cittadini provenienti in aereo dal Bangladesh – si legge nella nota – è stata avanzata l’ipotesi che il dipendente dell’esercizio di ristorazione a Fiumicino risultato positivo al Covid sia stato contagiato da un altro viaggiatore sintomatico arrivato il 22 giugno in aereo e messo in isolamento volontario in una abitazione con altri concittadini del Bangladesh, fra cui il dipendente in questione. Se questa informazione fosse accertata, sarebbe davvero grave perché, a fronte dello sforzo e dell’ impegno straordinario richiesto agli esercizi commerciali con prescrizioni, limitazioni e pesanti sanzioni, corrisponderebbe una superficialità inaccettabile da parte di chi è preposto ai controlli sanitari e di ordine pubblico.»

Coronavirus a Fiumicino: il Senatore de Vecchis: «non è tollerabile che si mettano in pericolo i lavoratori»

«L’impegno delle autorità deve essere, in primo luogo, quello di tutelare la salute dei cittadini e non è tollerabile che si mettano in pericolo lavoratori, clienti e attività commerciali consentendo la libera circolazione a soggetti a rischio, lasciando alla loro buona fede la pratica dell’isolamento e della quarantena. Ho depositato un’interrogazione a risposta scritta ai ministri Speranza e Lamorgese – continua De Wecchis – per sapere se i fatti rispondono al vero e, in caso affermativo, a chi siano imputabili le responsabilità di un comportamento così negligente e superficiale che ha messo a rischio la salute di molti cittadini e ha comportato la chiusura di un esercizio commerciale che ha rispettato scrupolosamente i protocolli imposti.»

 

Leggi anche: Fiumicino, Montino: “Contagi ancora circoscritti quasi esclusivamente allo staff del Locale”

Fiumicino, Montino: “Contagi ancora circoscritti quasi esclusivamente allo staff del Locale”

Giorgia Perla

Nata ad Amatrice il 19 agosto 1981 mi sono trasferita a Roma nel ‘97. Laureata dal 2007 in Editoria e Giornalismo presso la facoltà di Lettere e filosofia dell'Università LUMSA di Roma. Iscritta all'Albo dei giornalisti professionisti dal 2019. Lavoro a Canale Dieci da maggio 2004. Mi occupo per lo più di cronaca bianca, sociale e disabilità.

Potrebbero interessarti