Covid-19, boom di contagi. Montino: “Vigilanza rafforzata durante le ore di chiusura”

Fiumicino, il sindaco Montino: “Aumentiamo il numero di dipendenti comunali in smart-working, e rafforziamo i controlli di polizia davanti a scuole e locali”
covid-19
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email

Continua l’impennata di contagi da covid-19 a Fiumicino: per far fronte all’aumento dei positivi il sindaco Esterino Montino ha convocato una riunione straordinaria del Centro operativo comunale. Nel corso dell’assemblea stabilite nuove misure per fronteggiare la diffusione del virus.

Fiumicino, il sindaco Montino: “Controlli rafforzati per frenare il covid-19”

Il sindaco Montino è preoccupato dall’improvviso aumento dei casi di covid-19. “I contagi nel territorio sono in crescita. Per questo la Asl Rm3 aumenterà le postazioni all’interno del drive-in aeroportuale, che arriveranno a 6 per i tamponi rapidi mentre 2 saranno per i molecolari”, afferma il primo cittadino.

covid-19
In crescita i casi di covid-19 a Fiumicino: il sindaco Montino vara nuove misure anti-contagio

La Giunta comunale, nel corso della riunione del Centro operativo di oggi pomeriggio, ha stabilito anche una stretta sui controlli delle forze dell’ordine. L’attività di vigilanza servirà a far rispettare le regole sancite “dall’ultimo Decreto del presidente del Consiglio Conte e dell’ordinanza del presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti”, spiega il sindaco.

“Polizia locale, Protezione civile, polizia e carabinieri, in coordinamento anche con i tanti volontari che si sono messi a disposizione, garantiranno una maggiore vigilanza nelle ore di chiusura notturna, dalle 24 alle 5″, sottolinea Montino in una nota.

“I controlli saranno rafforzati anche di giorno davanti alle scuole, sui lungomare e nei parchi, in particolare a Villa Guglielmi, nella pineta di Fregene e al Parco del Perugino”, continua il sindaco.

“Aumenteremo il numero di dipendenti comunali che lavoreranno in modalità smart working, soprattutto per quei servizi che possono essere affrontati e magari anche incentivati attraverso l’utilizzo di un pc da casa. Saranno dati loro obiettivi giornalieri o settimanali, poi verificati dai dirigenti delle rispettive aree”, conclude il primo cittadino.

 

Leggi anche: “Covid-19, impennata dei contagi in città”: allarme del sindaco

“Covid-19, impennata dei contagi in città”: allarme del sindaco

Potrebbero interessarti