Emergenza bombole di ossigeno, il Comune di Fiumicino si mobilita

Le farmacie e i distributori sono in difficoltà: la domanda è alle stelle a causa dell’aumento dei contagi, ma mancano i contenitori. Il Comune di Fiumicino raccoglie l’appello e prepara un intervento
bombole
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email

Nel Lazio è emergenza bombole di ossigeno: con l’aumento del numero di persone colpite dal covid-19 la domanda di supporto respiratorio è balzata alle stelle. Oltre ai pazienti cronici, infatti, sono sempre di più i contagiati dal virus in cura domiciliare che si ritrovano costretti a ricorrere all’ausilio dell’ossigeno (leggi qui).

Con il risultato che le scorte di distributori e farmacie sono terminate, non per carenza di materia prima ma per mancanza di contenitori: a venir meno è stato il ciclo acquisto-restituzione dei vuoti.

Il Comune di Fiumicino raccoglie l’appello lanciato ieri da Canale Dieci, nel quale si metteva in luce l’emergenza legata alla carenza di bombole. E la Giunta guidata da Esterino Montino si mobilita per trovare soluzioni e dare vita a una campagna di sensibilizzazione per la restituzione dei vuoti.“È una situazione che, trovandoci nel pieno dell’emergenza sanitaria a causa della pandemia da coronavirus, a breve potrebbe esplodere. Come già accaduto in fondo a inizio pandemia con la mancanza di mascherine per tutti”, dichiara in una nota il consigliere comunale della Lista civica Zingaretti Angelo Petrillo.

“In queste ore sono moltissimi gli appelli in ambito sanitario per la restituzione alle farmacie delle bombole di ossigeno vuote o non più in uso. È per questo che ho chiesto che si convochi a breve una Commissione Politiche Sociali in cui siano coinvolte anche la Asl, le farmacie comunali e private e lo stesso assessorato alle Politiche sociali”, sottolinea il consigliere.

“Lo scopo è quello di sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema, in particolare i pazienti potenziali che hanno bombole in disuso da restituire, attraverso il coinvolgimento di Asl e farmacisti. Oltre all’idea di strutturare con il volontariato un ritiro a domicilio per le persone fragili che non hanno modo di restituire i vuoti”, aggiunge Petrillo.

La proposta del consigliere ha trovato il favore della Giunta. “Ho accolto con favore la richiesta del consigliere Petrillo”, spiega il Presidente della Commissione Politiche Sociali, Armando Fortini.

“A breve convocherò la Commissione su questo tema specifico”, annuncia Fortini. “La mancanza di bombole di ossigeno potrebbe rivelarsi una seria complicazione se il sistema sanitario, come sta iniziando ad accadere, andrà in affanno e molti pazienti necessiteranno di usare le bombole di ossigeno”, il presidente della Commissione.

 

redazione@canaledieci.it

Leggi anche: Covid-19, mancano le bombole di ossigeno: l’appello di distributori e farmacie

Covid-19, mancano le bombole di ossigeno: l’appello di distributori e farmacie (VIDEO)

Potrebbero interessarti