Alitalia, 7mila dipendenti in cassa integrazione fino a settembre 2021

La compagnia aerea ha firmato l’accordo: per 7mila dipendenti CIG straordinaria fino al settembre 2021. I sindacati Cgil, Cisl e Uil chiedono un confronto con il governo
alitalia
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email

Per settemila dipendenti Alitalia scatta la cassa integrazione straordinaria, fino a settembre 2021. La compagnia aerea di bandiera ha firmato poco fa lo storico accordo nel palazzo del ministero del Lavoro, a Roma: lo strumento della CIG viene prolungato di un anno intero. Dall’altro lato del tavolo i sindacati, preoccupati per il futuro a lungo termine dei posti di lavoro.

Settemila dipendenti Alitalia in Cassa Integrazione: firmato l’accordo con Cgil, Cisl e Uil. I sindacati chiedono un tavolo con il governo

“Si è appena conclusa la trattativa, particolarmente importante, di proroga della Cassa Integrazione Straordinaria Alitalia, estesa fino a settembre 2021 per quasi 7.000 lavoratori”, affermano i sindacati Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti e Ugl TA in una nota congiunta.

alitalia
Alitalia sigla l’accordo: 7mila dipendenti in cassa integrazione per un anno

Un accordo, spiegano i rappresentanti dei lavoratori del trasporto aereo, “che traghetterà l’Amministrazione Straordinaria verso il processo di nascita della newCo Alitalia”.

A chiedere un nuovo ciclo di Cassa Integrazione – decisamente lungo questa volta – è stato il Commissario Straordinario Alitalia, Giuseppe Leogrande. La CIG riguarda i dipendenti di Alitalia SAI e Cityliner, e varrà fino al 23 settembre del prossimo anno, per un totale di 6.828 impiegati.

L’ammortizzatore interessa 3.339 lavoratori impiegati dalla compagnia di bandiera: si tratta di personale di volo, tra cui comandanti, piloti, dipendenti del personale viaggiante, a cui si aggiungono 3.283 dipendenti di terra.

Per Cityliner, invece, la Cassa Integrazione riguarda 204 dipendenti operativi sui voli e 2 lavoratori del personale di terra.

Alitalia
I sindacati sono preoccupati per il futuro di Alitalia e del settore: chiesto tavolo urgente con il governo

“Con il protrarsi dell’emergenza Covid 19 – afferma una nota diffusa oggi in serata dalla compagnia – la società si trova ancora oggi nella necessità di proseguire nel percorso di cigs connesso alla gestione commissariale, con le modalità estese da ultimo condivise con le parti sociali, persistendo, oltre alle problematiche fisiologiche che hanno portato alla gestione commissariale, condizioni di difficoltà eccezionali e non prevedibili connesse all’attività aziendale”.

I sindacati, però, sono preoccupati per il futuro a lungo termine della compagnia. E dunque per il mantenimento dei posti di lavoro, anche dopo la fine del periodo coperto dagli ammortizzatori sociali. “E’ urgente un tavolo con il governo”, sottolineano Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti e Ugl TA.

“E’ stato un percorso negoziale difficile – affermano i confederali nel comunicato unitario – nel quale alla fine ha prevalso l’impegno di mettere in campo gli strumenti necessari per salvaguardare l’occupazione e il sostegno salariale di migliaia di lavoratori e famiglie”.

“A questo punto non può più essere rinviato l’avvio del confronto con il sindacato sul piano industriale della futura Alitalia, con l’obiettivo di consegnare al paese una compagnia competitiva e produttiva, nell’interesse dei lavoratori e dell’indotto, e al servizio dei cittadini”, proseguono i sindacati.

“Inoltre non va sottovalutato che la situazione di Alitalia è pesantemente condizionata dalla crisi drammatica del trasporto aereo, ridotto allo stremo dalla pandemia”, sottolineano i rappresentati dei lavoratori.

“E quindi altrettanto urgente un tavolo di confronto con il governo per individuare strumenti di sostegno straordinario ai dipendenti e alle imprese di tutta la filiera, pena la perdita di un intero settore strategico e di decine di migliaia di posti di lavoro“, concludono i confederali.

 

redazione@canaledieci.it

Leggi anche: Montino: “Nei weekend chiusi tutti i centri commerciali di Parco Leonardo”

Montino: “Nei weekend chiusi tutti i centri commerciali di Parco Leonardo”

 

Potrebbero interessarti