Estrema destra e neofascisti in piazza a Circo Massimo, risse e scontri con la polizia

Nel pomeriggio il raduno dei “Ragazzi d’Italia” a Roma: Forza Nuova e ultras insieme contro il governo. Cariche contro la Polizia, bombe carta e feriti
destra
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email

Scontri con la polizia e risse al raduno dell’estrema destra a Roma. Forza Nuova, ultras e neofascisti si sono dati appuntamento oggi in piazza nella Capitale, per manifestare contro il Governo. A Circo Massimo si sono riuniti i seguaci del leader di FN Roberto Fiore: con loro i supporter del movimento Ragazzi d’Italia, nato per chiamare la destra radicale a un raduno collettivo. Durante il corteo è scoppiata una rissa tra gli stessi partecipanti, a cui è seguita una carica degli estremisti contro le Forze dell’Ordine. Ferito un giornalista.

Tensione a Roma per il mega-raduno dell’estrema destra

Sprangate, bombe carta, lancio di bottiglie. Il bilancio della manifestazione nazionale lanciata dal movimento “Ragazzi d’Italia”, a cui hanno aderito Forza Nuova e le curve ultras dell’estrema destra, è di una rissa tra i partecipanti, a suon di bastonate, 8 neofascisti fermati, alcuni agenti feriti e un giornalista aggredito. Presente in piazza anche il leader nazionale di Forza Nuova, Roberto Fiore.

destra

La tensione è salita quando uno dei manifestanti, il blogger Simone Carabella, ha rilasciato delle dichiarazioni ai reporter presenti in via dei Cerchi, sul lato nord del Circo Massimo. Il fatto che l’esponente del movimento si facesse intervistare dai giornalisti ha scatenato la furia dei partecipanti: immediata l’aggressione, documentata dalle decine di cameramen e fotografi presenti alla manifestazione. Tra i sostenitori di Carabella e il resto dei manifestanti è scattata la rissa a suon di sprangate.

destra

Poco dopo il grosso del corteo si è scagliato contro le Forze dell’Ordine: al grido di “Duce duce!”, e “Giornalista terrorista” gli estremisti di destra hanno caricato in massa il presidio di Carabinieri e Polizia, lanciando bottiglie di vetro e bombe carta. I disordini sono durati diversi minuti.

destra

Al termine degli scontri i neofascisti sono indietreggiati all’interno del Circo Massimo, dove hanno dato fuoco all’erba del pendio a ovest. Gli agenti, in tenuta anti sommossa, dopo aver lanciato diversi lacrimogeni hanno disperso il corteo e fermato 8 manifestanti.

Ti potrebbe interessare anche: “Il virus non esiste, è un complotto del Governo”: in duecento in piazza a Roma. Assembramenti e scontri

“Il virus non esiste, è un complotto del Governo”: in duecento in piazza a Roma. Assembramenti e scontri

Potrebbero interessarti