Bollettino covid-19 Lazio, si richiamano i medici in pensione

L’Assessore alla Sanità del Lazio D’Amato: “Il valore RT regionale è 1,38, ma a Roma è più basso. Da martedì tutti i drive-in della Capitale saranno solo su prenotazione online”
covid-19
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email

Covid-19, preoccupano i numeri dei positivi nel Lazio. L’assessore alla Sanità regionale Alessio D’Amato in conferenza stampa: “Oggi registriamo 1.251 nuovi contagi, 16 i decessi. Il valore RT regionale è a 1,38: più basso a Roma e più alto nelle province di Viterbo, Frosinone e Latina. Presto il bando per richiamare in servizio medici volontari andati in pensione”.

Bollettino Covid-19 del 22 ottobre

Si è conclusa da pochi minuti la conferenza stampa della task-force regionale anti coronavirus, alla presenza dell’assessore alla Sanità della Regione Lazio Alessio D’Amato.

“Su oltre 21 mila tamponi – dichiara l’assessore D’Amato – oggi nel Lazio si registrano 1.251 casi positivi, 16 i decessi e 107 i guariti. Migliora il rapporto tra il numero dei tamponi e i positivi, che adesso è pari al 5,7%. Il valore RT regionale è 1,38: più basso a Roma e più alto nelle province di Viterbo, Frosinone e Latina.

covid-19
L’assessore alla Sanità del Lazio Alessio D’Amato presenta i dati sull’andamento del covid-19

Presto il bando per richiamare in servizio medici volontari in pensione, disponibili a rientrare: soprattutto anestesisti e medici del contact tracing. Buona l’adesione al secondo bando delle unità mobili USCA-R, hanno partecipato circa mille tra medici e infermieri per potenziare le attività sui territori.

Da martedì tutti i drive-in a Roma saranno accessibili su prenotazione online (https://prenota-drive.regione.lazio.it/main/home). Necessaria la ricetta dematerializzata e la tessera sanitaria. Prosegue il potenziamento della rete regionale dei drive-in, attivo da oggi Ponte Mammolo (Asl Roma 2).

Nella Asl Roma 1 sono 179 i contagi da covid-19 nelle ultime 24 ore: si tratta di casi con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano due decessi di persone di 92 e 96 anni con patologie.

Nella Asl Roma 2 sono 319 i casi nelle ultime 24 ore: 146 con link familiare o contatto di un caso già noto e 125 individuati su segnalazione del medico di medicina generale. Si registrano cinque decessi di persone di 71, 74, 80, 84 e 90 anni con patologie.

Nella Asl Roma 3 sono 125 i contagi da covid-19 nelle ultime 24 ore: di questi 88 casi con link familiare o contatto di un caso già noto.

Nella Asl Roma 4 sono 61 i casi nelle ultime 24 ore: 44 con link familiare o contatto di un caso già noto, undici individuati su segnalazione del medico di medicina generale. Due i casi individuati in fase di pre-ospedalizzazione.

Nella Asl Roma 5 sono 115 i casi nelle ultime 24 ore: 53 con link familiare o contatto di un caso già noto e tre individuati in fase di pre-ospedalizzazione. Si registrano due decessi di persone entrambe di 86 anni con patologie.

Nella Asl Roma 6 sono 82 i casi nelle ultime 24 ore: 25 con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano tre decessi di persone di 68, 70 e 85 anni con patologie.

Nelle province si registrano 370 casi e quattro i decessi nelle ultime 24 ore. Nella Asl di Latina sono 89 i nuovi contagi, tutti con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registra un decesso di 88 anni con patologie. Nella Asl di Frosinone si registrano 199 casi: 184 isolati a domicilio e 15 ricoverati.

Nella Asl di Viterbo si registrano 69 nuovi casi, 34 con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano tre decessi di persone di 73, 91 e 97 anni con patologie. Nella Asl di Rieti si registrano diciotto nuovi casi e si tratta di casi con link familiare o contatto di un caso già noto”, commenta l’Assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato.

In arrivo duemila operatori per potenziare le reti Asl

In arrivo su tutto il territorio nazionale un contingente di duemila operatori, che andrà a potenziare le attività di test e di tracciamento delle Asl, a partire dai drive-in. Ad annunciarlo è il ministro per gli Affari regionali Francesco Boccia, nel corso della riunione con le Regioni. “Creiamo un contingente per potenziare le reti sanitarie interne alle Asl e rafforzare le operazioni di tracciamento“, ha dichiarato il ministro. I 2mila operatori verranno individuati con un bando della Protezione civile: 1.500 saranno destinati a effettuare tamponi, test e tracciamento, e gli altri 500 si occuperanno di fornire informazioni sulle procedure da seguire.

 

Leggi anche: L’ordinanza della Regione Lazio aumenta i posti letto nei reparti covid: quanti e dove

L’ordinanza della Regione Lazio aumenta i posti letto nei reparti covid: quanti e dove

Potrebbero interessarti