Conte in Senato: “Coprifuoco anticipato e misure differenziate per Regione”

Il presidente del Consiglio annuncia un nuovo Dpcm: in arrivo ulteriori restrizioni e fasce di rischio diversificate per aree. Poi l’appello: “Restiamo uniti in questo drammatico momento”
conte
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email

Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte riferisce in Senato: domani la firma del nuovo Dpcm. Didattica a distanza integrale per le scuole superiori, centri commerciali chiusi nel fine settimana e coprifuoco anticipato alle 21: sono queste le principali nuove misure annunciate dal premier.

Conte in Senato annuncia una nuova stretta: centri commerciali chiusi nel fine settimana, coprifuoco alle 21 e misure differenziate per Regioni

“Siamo costretti a intervenire in un’ottica di prudenza, con una strategia che va modulata sulle differenti criticità delle Regioni”, dichiara in Aula a Palazzo Madama il premier Conte.

Guarda il video: il premier annuncia l’arrivo di nuove restrizioni in Senato

Misure differenziate per scenari di rischio

“Nel prossimo Dpcm indicheremo tre aree con tre diversi scenari di rischio, a cui corrisponderanno misure via via più restrittive”, spiega il capo del governo di fronte all’Aula di Palazzo Madama.

“Avremo una fascia riservata alle Regioni a rischio alto, di scenario 4, con le misure più restrittive. Poi avremo seconda una fascia, con Regioni a rischio alto ma compatibili con lo scenario tre, con misure lievemente meno restrittive; infine ci sarà una terza fascia con tutto il territorio nazionale per le restanti Regioni”, prosegue Conte.

Previsti limiti a spostamenti da e verso Regioni a rischio: “Introdurremo il limite agli spostamenti da e verso le Regioni con elevati coefficienti di rischio, salvo esigenze di lavoro, studio e salute”, prosegue il premier.

conte
Il premier Conte annuncia: ripristinato il blocco degli spostamenti da e per le Regioni più a rischio

Per l’intero territorio nazionale intendiamo intervenire solo con specifiche misure che contribuiscano a rafforzare il contenimento del virus e la mitigazione del contagio”, continua il presidente del Consiglio.

conte
Il premier Conte riferisce in Senato

Scuola e trasporti pubblici

Nel Dpcm in arrivo “prevista la didattica a distanza integrale per le scuole di secondo grado e la riduzione al 50 % del limite di capienza dei mezzi pubblici locali”, spiega il premier.

Chiudiamo i centri commerciali nei giorni festivi e prefestivi, ad eccezione di negozi alimentari parafarmacie e farmacie ed edicole dentro i centri. Chiudiamo i corner per le scommesse e giochi ovunque siano, chiuderanno anche musei e mostre”, va avanti Conte.

“Tra le fasce più vulnerabili il governo considera anche le persone più anziane. Sono i nostri cari, i nostri genitori, i nostri nonni che hanno consentito di vivere al nostro Paese il miracolo economico“, sottolinea il capo del governo.

Poi l’appello a tutte le forze politiche e alle energie del Paese: “Restiamo uniti in questo drammatico momento, a dispetto delle diverse idee e convinzioni, in nome dell’unità dei valori attinti dalla Costituzione”, conclude il premier.

 

Leggi anche: Sì al Decreto Ristori, il governo vara gli indennizzi alle categorie colpite dal Dpcm

Sì al Decreto Ristori, il governo vara gli indennizzi alle categorie colpite dal Dpcm

Potrebbero interessarti