Campidoglio, nuova ordinanza: per negozi e attività commerciali tornano gli orari pre-Covid

La Sindaca Raggi firma il provvedimento: per parrucchieri, estetisti, ferramenta, autofficine, pasticcerie e pizzerie nessun limite di orario
Campidoglio
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email

Per le attività commerciali del Comune di Roma da oggi il Campidoglio inaugura la Fase 3: nessun limite di orario per gelaterie, pasticcerie, pizzerie al taglio, parrucchieri, estetisti, ferramenta, termoidraulica, autofficine. La nuova ordinanza firmata dalla Sindaca Virginia Raggi accoglie le richieste delle associazioni di categoria: estesi gli orari di apertura per la maggior parte degli esercizi.

Campidoglio, estesi gli orari di apertura per negozi e attività commerciali

“Ho firmato la nuova ordinanza sugli orari di apertura dei negozi della città, che sarà in vigore fino al 30 giugno”, spiega la Sindaca di Roma Virginia Raggi. Il provvedimento del Campidoglio cambia la disciplina degli orari di esercizio di negozi, attività artigianali e produttive della Capitale.

A seguito delle pressioni dei rappresentanti delle categorie commerciali, vessati da un regolamento delle aperture  rigido e faticoso da rispettare, la Giunta capitolina ha stabilito un nuovo sistema di regole. L’ordinanza, valida fino al 30 giugno, si basa sul riscontro positivo del monitoraggio del rischio di contagio in città. E tiene conto delle specifiche modalità di fruizione di determinate attività: dai parrucchieri alle gelaterie, passando per ferramenta e meccanici.

Non ci saranno più limiti orari per quelle attività che sono maggiormente frequentate dai clienti in momenti specifici della giornata, che quindi verrebbero penalizzate da vincoli troppo rigidi: le gelaterie e le pizzerie al taglio, per esempio, devono poter lavorare fino a tardi; mentre le ferramenta e le autofficine devono poter aprire presto, perché le forniture alle imprese e ai clienti avvengono solitamente di mattina”, sottolinea la Sindaca.

Stesso discorso per parrucchieri ed estetisti, “i cui servizi richiedono lunghi tempi di permanenza all’interno dei negozi, che possono così alternare gli appuntamenti nel corso di una giornata più estesa”, fa sapere il Campidoglio.

Campidoglio

La Sindaca Raggi: “Nessun limite orario per gelaterie, pasticcerie, pizzerie al taglio, parrucchieri, estetisti, ferramenta, termoidraulica, autofficine”

Nell’ordinanza del Campidoglio le altre categorie, come i fornai, saranno svincolate dal precedente limite di chiusura entro le 21.30, “mentre librerie e cartolerie sceglieranno tra due delle tre fasce orarie consentite”, spiega la Raggi.

“Abbiamo ridefinito le tempistiche di apertura e chiusura degli esercizi commerciali, non appena il miglioramento della situazione sanitaria ce lo ha consentito”, continua la prima cittadina.

“Poter autorizzare maggiori aperture, sempre in sicurezza, non solo aiuterà il commercio a ripartire ma sarà anche un segnale importante della graduale ripresa della vita della città”, conclude.

Le altre attività – raggruppate per tipologia – seguiranno tre diverse fasce orarie di apertura e chiusura, dal lunedì al sabato. Inizia la F1, che raggruppa gli esercizi di vicinato del settore alimentare, le medie e grandi strutture di vendita del settore alimentare, i panificatori. Potranno decidere fra due opzioni: F1A (apertura dalle ore 7.00 ed entro le 8.00 – chiusura entro le 15.00) ed F1B (apertura dalle ore 7.00 ed entro le 8.00 – chiusura non prima delle ore 19.00).

Segue la F2, che comprende i laboratori non alimentari, con apertura da effettuarsi nell’intervallo dalle ore 9.30 alle ore 10.00 – chiusura entro le ore 19.00. Da ultimo la F3, costituita da esercizi di vicinato e medie e grandi strutture di vendita del settore non alimentare, Phone center – Internet point, con apertura da effettuarsi nell’intervallo tra le 10.00 e le 11.00 – chiusura non prima delle ore 19.00.

“Le disposizioni dell’Ordinanza – si legge nella nota diffusa dal Campidoglio – valgono anche per gli esercizi commerciali e artigianali inseriti nei Centri Commerciali. Le cartolerie, le cartolibrerie e le librerie potranno scegliere discrezionalmente tra gli orari della fascia F2 e quelli della fascia F3”.

Ti potrebbe interessare anche: Scuola, alla Camera l’esame del decreto. E spunta l’ipotesi plexiglass tra i banchi

Scuola, alla Camera l’esame del decreto. E spunta l’ipotesi plexiglass tra i banchi

Potrebbero interessarti