Bollettino Coronavirus 20 giugno: 14 casi nel Lazio, 4 sono legati al focolaio San Raffaele

L’Assessore alla Sanità del Lazio D’Amato: “Oggi 14 nuovi casi positivi, di questi 4 sono riferiti al focolaio del San Raffaele Pisana, altri 4 sono di importazione da altre regioni e dall’estero”
coronavirus
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email

Coronavirus, l’assessore alla Sanità della Regione Lazio Alessio D’Amato in conferenza stampa: “Oggi registriamo 14 casi positivi, di cui 4 riferiti a una coda del focolaio del San Raffaele Pisana dove sono stati effettuati ulteriori 430 tamponi su tutto il personale e i pazienti. Il focolaio raggiunge così un totale di 118 casi positivi e 6 decessi correlati”.

Bollettino Coronavirus 20 giugno

Si è conclusa da pochi minuti la conferenza stampa della task-force regionale per il Coronavirus, alla presenza dell’assessore alla Sanità della Regione Lazio Alessio D’Amato.

“Oggi registriamo 14 casi positivi, e di questi 4 casi sono riferiti ad una coda del focolaio del San Raffaele Pisana dove sono stati effettuati ulteriori 430 tamponi su tutto il personale e i pazienti. I quattro nuovi casi di coronavirus riguardano operatori della struttura. Il focolaio raggiunge così un totale di 118 casi positivi e 6 decessi correlati.

Non bisogna abbassare la guardia, oggi vediamo nuovi casi di importazione e la coda del focolaio del San Raffaele. I servizi di contact tracing stanno svolgendo un lavoro importante e straordinario. Quattro casi, già tutti isolati, sono di importazione da Egitto, Brasile, Piemonte e Bergamo.

Nella Asl Roma 1 dei quattro nuovi casi uno ha un link con il Piemonte e i restanti 3 casi sono asintomatici individuati al test sierologico. Questo conferma che il sistema integrato di test e tamponi sta funzionando e ci permette di individuare casi di persone asintomatiche sul territorio.

Nella Asl Roma 2 un caso positivo proviene dal Brasile, mentre nella Asl Roma 3 una donna risultata positiva proviene da Bergamo. Nella Asl di Latina un caso ha richiesto l’attivazione del tracing internazionale, si tratta di un ragazzo tornato dall’Egitto con scalo a Milano” commenta l’Assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato.

Proseguono le attività per i test sierologici sugli operatori sanitari e le Forze dell’ordine. C’è stato un decesso nelle ultime 24h, mentre sono stati 14 i guariti nelle ultime 24h raggiungendo un totale complessivo di 6.195 che sono ormai oltre sei volte il numero degli attuali positivi.

***DPI – dispositivi di protezione individuale sono in distribuzione presso le strutture sanitarie: 264.000 mascherine chirurgiche, 107.000 maschere FFP2, 7.650 maschere FFP3, 12.750 tute, 18.900 cuffie.

La situazione nelle Asl, Policlinici Universitari e Aziende Ospedaliere:

Asl Roma 1 – 4 nuovi casi positivi di cui 1 con link della Regione Piemonte; gli altri asintomatici individuati con test sierologico. Tutti in sorveglianza sanitaria. Deceduta una donna di 67 anni;

Asl Roma 2 – 2 nuovi casi positivi di cui 1 di ritorno dal Brasile. Tutti in sorveglianza sanitaria. 13 le persone che sono uscite dalla sorveglianza domiciliare;

Asl Roma 3 – 6 nuovi casi positivi di cui 4 riferibili al cluster dell’IRCCS San Raffaele Pisana dove si sono eseguiti altri 430 tamponi per la seconda volta; 1 riferito ad una donna rientrata da Bergamo. Tutti in sorveglianza sanitaria;

Asl Roma 4 – Non si registrano nuovi casi positivi;

Asl Roma 5 – Non si registrano nuovi casi positivi;

Asl Roma 6 – 1 nuovo caso positivo riferito ad una indagine di sieroprevalenza, in sorveglianza sanitaria. 34 le persone che sono uscite dalla sorveglianza domiciliare;

Ospedale Pediatrico Bambino Gesù – Al Centro Covid di Palidoro rimangono ricoverati solo 1 bambino con la mamma. Dimesso ieri altro nucleo familiare.

Leggi anche: Bollettino Coronavirus 19 giugno: 9 casi nel Lazio di cui uno legato al focolaio San Raffaele

Bollettino Coronavirus 19 giugno: 9 casi nel Lazio di cui uno legato al focolaio San Raffaele

Potrebbero interessarti