Bollettino Coronavirus 17 luglio: 14 casi nel Lazio, 13 sono di importazione dall’estero

L’Assessore alla Sanità del Lazio D’Amato: “Oggi 14 nuovi positivi, chiuso uno stabilimento a Ostia. Indice di rischio RT a livello moderato”
coronavirus
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email

Coronavirus, l’assessore alla Sanità della Regione Lazio Alessio D’Amato in conferenza stampa: “Oggi registriamo 14 casi positivi, di questi 13 sono di importazione dall’estero. Chiuso uno stabilimento balneare a Ostia: un dipendente di nazionalità del Bangladesh è risultato positivo”.

Bollettino Coronavirus 17 luglio

Si è conclusa da pochi minuti la conferenza stampa della task-force regionale per il Coronavirus, alla presenza dell’assessore alla Sanità della Regione Lazio Alessio D’Amato.

“Oggi – spiega l’assessore – registriamo un dato di 14 casi. Di questi 13 sono casi di importazione: 9 casi hanno un link con voli di rientro dal Bangladesh già sottoposti a controllo. Un caso di rientro dall’India, uno dal Montenegro, uno da Albania e uno dalla Romania.

Nel Lazio abbiamo un rischio moderato, ma non bisogna abbassare il livello di attenzione. Nel weekend riaprono, dopo il lockdown, anche gli Ambufest,  gli ambulatori del sabato, la domenica, festivi e prefestivi dove è possibile effettuare anche visite pediatriche (https://www.salutelazio.it/ambulatori-pediatrici-fine-settimana-e-festivi).

Nella Asl Roma 1 si registra un nuovo caso di coronavirus nelle ultime 2 ore, ed è una persona di nazionalità del Bangladesh riferita all’esito dei tamponi sulla Comunità del Bangladesh richiamati al drive-in con link con voli internazionali da Dacca già attenzionati.

Nella Asl Roma 2, dei sette nuovi casi nelle ultime 24 ore, cinque sono persone di nazionalità del Bangladesh e riferite all’esito dei tamponi sulla Comunità bengalese. Hanno link con voli internazionali da Dacca già attenzionati. Un caso riguarda un uomo italiano di rientro dall’Albania per il quale sono state attivate le procedure del contact tracing internazionale. Un caso riguarda una persona con link familiare ad un caso di rientro dal Montenegro.

Nella Asl Roma 3 tre nuovi casi nelle ultime 24 ore: si tratta di persone di nazionalità del Bangladesh. La Asl Roma 3 ha disposto la chiusura di uno stabilimento balneare ad Ostia in attesa delle verifiche sui contatti di un caso positivo di nazionalità del Bangladesh.

Si sta già svolgendo l’indagine epidemiologica sullo stabilimento da parte della Asl a partire dai dipendenti della struttura e dai contatti stretti dell’uomo che è stato posto in isolamento. Il caso indice sembra essere un coinquilino sempre di nazionalità del Bangladesh andato a Milano. Avviate le procedure del contact tracing nazionale.

Infine per quanto riguarda le province si registrano tre nuovi casi e di questi due nella Asl di Latina: si tratta di una donna di 57 anni di nazionalità rumena e di rientro dal Paese di origine, per la quale sono state avviate le procedure di contact tracing internazionale, e un caso di un uomo di nazionalità Indiana per il quale è stata avviata l’indagine epidemiologica.

Il terzo caso riguarda la Asl di Frosinone si tratta di un uomo di 53 anni individuato su segnalazione del medico di medicina generale. Rieti si conferma per il decimo giorno consecutivo COVID Free, mentre Viterbo rimane con un solo caso in isolamento in attesa del dell’esito negativo del test molecolare. Si registra un decesso e salgono i guariti che sono stati 11 nelle ultime 24h” commenta l’Assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato.

Leggi anche: Bollettino Coronavirus 16 luglio: 9 casi nel Lazio, 8 sono di importazione dall’estero

Bollettino Coronavirus 16 luglio: 9 casi nel Lazio, 8 sono di importazione dall’estero

Potrebbero interessarti