Attentato a Parigi, due feriti accanto alla sede di Charlie Hebdo

Almeno quattro le persone accoltellate accanto alla ex redazione di Charlie Hebdo: si ipotizza la matrice islamista. Gli attentatori catturati nei pressi della Bastiglia
attentato
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email

Attentato a Parigi: due persone sono state accoltellate oggi nella capitale francese. Uno dei feriti versa in condizioni molto gravi. L’attacco è avvenuto a pochi metri dalla vecchia sede della redazione di Charlie Hebdo, la rivista satirica che subì un gravissimo attentato di matrice islamista il 7 gennaio del 2015.

Parigi, attentato sotto la sede di Charlie Hebdo. Catturati due sospetti

I due sospetti attentatori sono stati catturati poco dopo dalla gendarmerie francese nei pressi dell’Opera Bastille, con ancora le macchie di sangue sui vestiti.

Si tratta di un pachistano di 18 anni, con precedenti per reati comuni, e di un 33enne di cui ancora non si conosce l’dentikit. Si ipotizza la matrice islamista dell’attacco.

Accanto al luogo dell’attentato, nei pressi della fermata della metropolitana di Richard Lenoir, è stata ritrovata la mannaia da cucina utilizzata per colpire le vittime, ancora sporca di sangue.

Gli abitanti della zona sono stati invitati dalla Prefettura di Parigi a non uscire di casa. Blindati della polizia sono arrivati nelle scuole.

La procura antiterrorismo di Parigi ha preso in carico il caso. È stata aperta un’inchiesta per “tentato omicidio in relazione a un’azione terroristica, associazione terroristica criminale”.

Circa un centinaio di media francesi, giornali e tv, hanno lanciato l’inedito appello: “Insieme, difendiamo la libertà”.

Potrebbero interessarti