Pioggia, temporali e raffiche di vento fino a cento chilometri orari su tutto il litorale. Il maltempo delle ultime ore, come era ampiamente prevedibile, ha portato con sè una scia di danni. Sono stati 170 gli interventi dei vigili del fuoco. La situazione piu’ grave ad ostia. In via marino fasan, 38, si e’ staccata la ringhiera da una palazzina delle ex case Armellini. La balaustra ha dato i primi segni di cedimento nel pomeriggio e in serata ormai era completamente divelta e “penzolante”. Un palo della luce è crollato sul lungomare di ponente: illuminava i campi di beach volley all’altezza di Piazza Gasparri. Allerta costante all’idroscalo dove il mare grosso continua a far paura. La zona è sotto osservazione dal Campidoglio. Inoltre, per alcune ore è stata interrotta la Roma-Lido. A Fregene per il forte vento un albero è caduto all’incrocio tra Via Mondello e Viale Nettuno. A Fiumicino, le squadre di Protezione Civile “Nuovo Domani” hanno effettuato diversi interventi per piante crollate, tetti scoperchiati, strade allagate e persone in difficolta’ su . In particolare su Viale Traiano un grosso albero è caduto provocando un incidente. Paura anche sulla Pontina, all’altezza di Pomezia, dove è franato il terreno e un grosso ramo ha colpito in pieno un’auto. A Ladispoli una tromba d’aria ha attraversato gran parte del territorio e ha scoperchiato “il pallone” di Via Firenze. A Cerveteri alberi caduti in Via di Zambra e in Via di Ceri, dove molti tralicci sono finiti a terra. A Borgo San Martino, i bambini dell’infanzia sono stati costretti a fare lezione in palestra per i disagi causati dalle infiltrazioni d’acqua nelle aule. Infine, a Santa Marinella, la copertura della piscina comunale è finita sulla ferrovia e la circolazione dei treni e’ stata interrotta.