Dopo l’ondata di maltempo si contano i danni a Pomezia e Torvaianica. Scuole devastate, alberi caduti per il forte vento e strade allagate sotto l’imponente massa d’acqua caduta nel giro di poche ore. Preoccupato lo stesso sindaco Adriano Zuccalà, che ha annunciato come il centro operativo rimarrà attivo fino al cessare dell’emergenza e ha ringraziato vigili del fuoco, polizia locale e le squadre di protezione civile che hanno lavorato per prevenire il più possibile i disagi. Distrutto l’istituto comprensivo Enea di via Danimarca nel quartiere Martin Pescatore. Il vento ha sradicato un albero all’interno del giardino della scuola, spezzato i rami di altre piante, divelto una parte del tetto, rotto alcuni vetri e fatto cadere dei mattoni dal muro di cinta. Danni anche nell’elementare di via Carlo Alberto dalla Chiesa e oggi tutte le scuole sono rimaste chiuse. Gravi problemi si sono riscontrati sulla viabilità. Una donna è stata salvata dai pompieri, perché bloccata nell’auto sulla via pontina. Situazione simile in via Ugo Foscolo dove molte vetture sono state intrappolate nell’acqua. Infine un grosso pino e’ caduto sul cancello di un’abitazione di via Vinci.