Punta di Palo è l’ennesima vittoria di una politica lungimirante”. Lo ha dichiarato il sindaco di Ladispoli Alessandro Grando intervenendo sulla conclusione della vicenda lottizzazione durata 17 anni e caratterizzata da ricorsi e controricorsi: “il Comune – spiega il primo cittadino – ha riconosciuto la validità dell’iter relativo al piano casa, ma I lavori potranno ricominciare solo successivamente alla stipula della convenzione urbanistica. Per quanto riguarda il programma integrato, la società “Pezone srl” si è impegnata a presentare una proposta alternativa che preveda la riduzione complessiva della cubatura realizzabile di oltre 50mila metri cubi e l’eliminazione delle destinazioni residenziali e commerciali. Il nuovo progetto vedrà dunque la costruzione di un albergo, di un impianto sportivo e di un edificio che ospiterà attrezzature di quartiere con la cessione all’amministrazione di un’area da adibire a servizi pubblici. Inoltre – conclude Grando – dovrà essere versata al comune una somma importante che ci permetterà di migliorare la nostra città realizzando ulteriori opere che andranno ad aggiungersi agli interventi già avviati per la nuova caserma dei carabinieri, il Palazzetto dello Sport, l’apertura del cinema e il rifacimento del manto stradale”.