Nel consiglio comunale di Ladispoli si è discusso della questione relativa al passaggio del servizio idrico ad Acea. “Alcuni gruppi di minoranza hanno deciso di non sostenere la mozione per strappare le condizioni migliori alla multiservizi – ha dichiarato il sindaco che prosegue – è evidente che qualcuno voglia giocare sulla pelle dei cittadini e lucrare politicamente su un argomento che invece dovrebbe vedere tutte le forze remare nella stessa direzione. Esprimo gratitudine nei confronti dei consiglieri regionali Daniele Giannini e Devid Porrello, che hanno preso l’impegno di portare le nostre istanze all’attenzione della giunta della Pisana. Noi ovviamente – conclude Grando – non ci fermeremo e continueremo a lavorare in prima linea per garantire un servizio idrico efficiente”. Di diverso avviso il Pd che dichiara: “Le mozioni sono atti che non hanno valenza giuridica o amministrativa. Sarebbe servita una delibera per iniziare a trattare con Acea. Eravamo disposti a votare il documento se fossero stati inseriti I riferimenti alle posizioni dei ministeri che si sono succeduti in questi anni e se fosse stata inserita la richiesta all’Acea di tenere ferme le tariffe per un periodo transitorio”.