Diversi comitati e associazioni del Decimo Municipio tornano a lanciare un grido di allarme su un progetto presentato al Campidoglio nel 2016, che prevedeva la costruzione di un mega centro commerciale “Esselunga” all‘Infernetto. “il piano di assetto idrogeologico – spiegano i comitati – riporta per quella zona un rischio molto più basso rispetto al precedente pubblicato tre anni fa. Nell’area in questione insistono ancora imponenti programmi di edilizia residenziale e commerciale. Attualmente quei progetti devono rispondere a prescrizioni molto stringenti che, di fatto, ne scongiurano la realizzazione. Ma, se quei terreni saranno oggetti di declassamento avranno definitivamente il via libera. L’autorità di bacino deve tenere in considerazione anche lo stato di manutenzione in cui versano i canali che impediscono il regolare deflusso delle acque, provocando allagamenti anche con piogge non eccessive. Abbiamo redatto alcune osservazioni e le abbiamo inviate all’ente competente– proseguono le associazioni – chiediamo l’applicazione del principio di precauzione e il mantenimento del livello di rischio elevato. Infine – concludono – denunciamo l’assordante silenzio da parte di tutte le forze politiche del territorio. L’amministrazione deve mettere al primo posto la qualità della vita dei propri abitanti”.