Nasce a Fiumicino il comitato di coordinamento “I Tavoli del Porto”. Associazioni e cittadini si sono uniti per contrastare la realizzazione del nuovo porto turistico-crocieristico che dovrebbe sorgere nell’area del vecchio faro. Il manifesto d’intenti, protocollato al Comune in occasione della rinnovata concessione demaniale, si ripropone di creare un movimento di opinione a sostegno di una progettualità alternativa per lo sviluppo sostenibile della zona. “I cantieri cominciati e mai terminati hanno privato le persone di una parte delle loro spiagge – dichiarano gli esponenti del coordinamento – le opere costruite hanno modificato irreversibilmente il paesaggio alla foce del Tevere e i concessionari sono stati coinvolti in un’inchiesta giudiziaria. Nonostante ciò si sta andando avanti. Ci preoccupa fortemente l’impatto sanitario che uno scalo crocieristico avrebbe nel territorio – proseguono – i rischi connessi alle emissioni prodotte dalle navi e l’aumento del traffico per il trasporto di passeggeri e merci, andrebbero valutati attentamente. Inoltre il rischio idrogeologico e’ un nodo sottovalutato. Chiediamo a tutti coloro che hanno a cuore Fiumicino di mobilitarsi e all’amministrazione di istituire un tavolo per un ampio e sereno confronto”. – conclude il comitato.