Anche i sindaci di Fiumicino, Pomezia, Ardea, Ladispoli, Cerveteri e la presidente del Decimo Municipio hanno preso parte alla commissione regionale “Tutela del territorio” per fare il punto sul problema dell’erosione lungo tutta la costa del litorale romano.

Il primo cittadino Esterino Montino ha precisato che “Occorre un atto di indirizzo globale perché i Comuni non hanno le competenze su una questione di carattere nazionale”.

Dello stesso avviso anche il sindaco Alessandro Grando che ha focalizzato l’attenzione su Ladispoli. “Le risorse ci sono ma a volte mancano i progetti – ha spiegato il presidente della commissione Sergio Pirozzi – le fasi della progettualità sono importanti”. Proprio per questo è stato affidato uno studio sulla costa alla Facoltà di ingegneria del mare di Roma Tre, al fine di trovare una soluzione definitiva al problema. Ma non sono mancate le polemiche.

“Esattamente un anno fa – ha dichiarato la consigliera regionale Valentina Corrado – eravamo in commissione per discutere dell’erosione e a distanza di 12 mesi il Piano Coste non risulta ancora in fase di elaborazione. Non c’è traccia neanche dei protocolli d’intesa tra Regione, amministrazioni locali e ministero per la valorizzazione del litorale” – ha concluso Corrado.