“Sono chiuse le indagini sul depuratore di Ceri e sugli allacci abusivi avvenuti nella zona residenziale bassa di Cerveteri e fino ad ora nessun avviso di garanzia mi è stato recapitato – lo ha dichiarato il sindaco Alessio Pascucci in apertura dell’ultimo consiglio comunale – ogni volta che ho ricevuto una comunicazione ufficiale in merito agli accertamenti in corso ho prontamente informato la cittadinanza. In questo momento – ha proseguito – sono iscritto nel registro degli indagati per quattro procedimenti: il primo relativo all’isola ecologica di via Settevene Palo Nuova. L’attività contestata non è iniziata durante il mio mandato. Il secondo è legato agli scarichi fognari nel fosso tombato del Manganello. Qui si ipotizza il reato di omissione in atti d’ufficio. L’inchiesta e cominciata tempo fa, è terminata mentre ero sindaco. Ed è per questo che sta a me risponderne. La terza vicenda è quella del depuratore del Sasso realizzato dalla precedente amministrazione e completato nel 2014. Le verifiche effettuare dall’Arpa hanno evidenziato alcune anomalie nei valori degli scarichi a valle. Questo ha generato l’indagine. Per quanto riguarda la nomina del dirigente all’Urbanistica Mauro Nunzi faccio presente che non sta al primo cittadino verificare i requisiti di compatibilità” – ha concluso Pascucci.