Dopo settimane di polemiche, occupazioni e rinvii, nel Decimo Municipio è stato approvato il parere sul piano di utilizzo degli arenili.

“Ora l’Assemblea Capitolina può finire il lavoro che permetterà riqualificazione, investimenti e tutela ambientale” – dichiara la presidente Giuliana Di Pillo che prosegue – “noi lavoreremo da subito alle linee guida del futuro bando pubblico. L’abbattimento di 6000 metri lineari di muri consegneranno al litorale una nuova visuale del mare. Con il recupero delle strutture storiche e di valore testimoniali, grazie alle nuove regole passiamo dal 19% di spiaggia edificata ad un massimo del 5% come previsto dal piano regolatore. Una vera rivoluzione che diventa realtà” – conclude la presidente.

Da par suo, l’opposizione si schiera compatta contro la maggioranza: “Si tratta di una delibera priva dei pareri necessari che con documentazione incompleta, senza alcuna condivisione con associazioni e cittadinanza” – ha affermato la Lega.

Molto critico anche il consigliere Andrea Bozzi che dichiara: “I 5 stelle sono totalmente succubi del Campidoglio. Si sono comportati come passacarte”.

Fratelli D’Italia invece sottolinea come la maggioranza abbia dato l’ok a due loro ordini del giorno, relativi ai criteri con cui sono stati scelti gli edifici testimoniali e alla questione della passeggiata lineare.