“Noi siamo solo bambini”. Questo il nome che mamme, papà e nonni hanno voluto dare al corteo che stamattina ha sfilato pacificamente per le strade di Fiumicino. Ennesimo capitolo di una brutta vicenda di accuse di maltrattamenti scolastici e difese su chi ha scritto l’ultimo capitolo il tribunale del riesame di Roma. Una manifestazione, che andando anche oltre il singolo episodio di Fiumicino, ha voluto accendere un faro su una serie di episodi analoghi che in ogni parte d’Italia stanno spingendo i genitori dei bambini più piccoli a chiedere l’installazione delle telecamere all’interno degli istituti scolastici. Il corteo, scortato dagli agenti di Polizia e da quelli della Polizia Locale, si è svolto regolarmente. Non si sono registrati disordini nè particolari tensioni. Solo alla fine si è unita alle famiglie anche Anna Maria Anselmi, l’assessore alle Politiche Sociali del comune di Fiumicino.