Cartelle pazze a Fiumicino. I gruppi consiliari di opposizione si lamentano per l’invio indiscriminato di cartelle esattoriali per multe risalenti a cinque anni fa.

L’opposizione: “Si mandano le bollette anche a chi ha pagato”

Si mandano bollette a tutti, sia chi ha pagato sia no. Poi è un problema del contribuente aver conservato le ricevute e prendersi un giorno di ferie per poter andare in Comune – spiegano – è un modo di operare che riteniamo vessatorio. L’amministrazione deve avere un database esatto per capire chi sia in regola e mandare le lettere solo a chi è moroso, altrimenti si va a colpire chi è più’ debole. Inoltre c’e’ uno spreco di denaro pubblico.

“Le cartelle inviate e annullate hanno un costo di notifica. Interverremo in consiglio per chiedere chiarimenti, anche perché ci arrivano segnalazioni che l’incidenza di cedolini già contestati sia altissima. Ciò dimostra che esiste una buona fetta di popolazione che conserva tutto, ma tanti altri rischiano di subire la beffa di pagare due volte. Intanto- concludono i gruppi di opposizione – il Tar del Lazio ha obbligato il Comune a produrre gli atti inerenti agli appalti rispetto proprio al bando della riscossione multe. Il tribunale è stato chiamato in causa dopo che la ditta esclusa dalla gara, per eccesso di ribasso, aveva chiesto I relativi documenti senza alcun risultato”.