Dopo Pomezia e Ardea, e’ allarme gioco d’azzardo anche a Ladispoli e Cerveteri. Secondo l’inchiesta del gruppo Gedi, realizzata con i dati dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, nel 2016 ogni ladispolano ha speso in slot machine 1152 euro, mentre lo scorso anno ben 1567. Ad aumentare sono state anche le “Macchinette” sul territorio: da 329, infatti, sono passate a 348. La citta’ si e’ cosi’ aggiudicata il 768esimo posto su un totale di 7954 comuni italiani, nella classifica generale per giocate pro-capite. Considerando I territori delle stesse dimensioni è, invece, al 717esimo posto. Ma la situazione e’ preoccupante anche a Cerveteri. Dal 2016 al 2017 le spese sono passate da 611 euro a 1013. A diminuire pero’ sono gli apparecchi che sono scesi di 31 unita’. Cerveteri sale al posto 1.834 su 7954 comuni. Considerando le città delle stesse dimensioni è al mille settecento undicesimo posto su 7100 comuni fino a 50mila residenti. A Cerveteri i cittadini scelgono per lo piu’ le slot machine, mentre a Ladispoli si predilige la videolottery.