In questi giorni difficili a causa dell’emergenza legata al coronavirus, tutta l’Italia si sta stringendo e reagisce in maniera straordinaria con tante iniziative solidali, rispettando nella maggior parte dei casi le misure dettate dal governo o semplicemente rimanendo in casa, che resta la cosa più importante. Ed è proprio dai condomini italiani, da nord a sud della penisola, che sta andando in scena ogni giorno uno spettacolo diverso, grazie al flashmob intitolato “Affacciati alla finestra”. Nel weekend ostia ha dato il meglio di sè: dai balconi di Corso Duca Di Genova in cui a tutto volume è stato intonato prima Azzurro di Adriano Celentano e poi “Ma il cielo è sempre più blu” di Rino Gaetano, alle palazzine di Stella Polare dove è andata in scena “La società dei magnaccioni” di Lando Fiorini al ritmo di pentole e tamburelli, fino a piazza Quarto Dei Mille, con i residenti che hanno cantato l’inno di Mameli sventolando le bandiere tricolori. E poi ancora, trombette, applausi e grida di sostegno, dando prova di grande attaccamento e vicinanza. Al calar del sole non sono mancati gli effetti speciali, con le torce dei cellulari accese fuori dalle finestre, quasi a ricordare un grande quadro di Van Gogh.