Nel Decimo Municipio è arrivato il progettoDoors” : porte aperte al desiderio come opportunità di rigenerazione sociale. Si tratta di un piano di contrasto alla dispersione scolastica che si svolge in varie città del paese, da Milano a Reggio Calabria, passando per Roma. È finanziato dalla fondazione “Con i bambini” ed è coordinato sul piano nazionale dal Cies e su quello locale dall’associazione “Affabulazione” di Ostia. Tra i partner: il Decimo Municipio e l’Istituto comprensivo Via Giuliano da Sangallo. “Le azioni previste sono inserite in una logica di sistema – si legge in una nota di “Affabulazione” – contemplano il coinvolgimento attivo di più livelli: dal sostegno alla genitorialità ai percorsi di orientamento e accompagnamento alunni, dagli interventi informali di “Arteducazione” di corridoio alla formazione sulla didattica inclusiva per gli insegnanti. Tra gli obiettivi: consolidare la rete istituzionale per aumentare le opportunità di accesso alla cultura e promuovere l’inclusione. Scopo a lungo termine è il rafforzamento della comunità educante per garantire benessere al minore, anche attraverso la tutela e la promozione del diritto fondamentale ad una istruzione di qualità”, termina il comunicato dell’associazione. Giovedì prossimo, 12 dicembre, si terrà il primo tavolo partecipato territoriale come opportunità di confronto civico e istituzionale. L’appuntamento è alle 10.00 presso il punto luce di Save the Children in Via Marino Fasan. L’incontro proseguirà anche nel pomeriggio a partire dalle 14.30 con una sessione di teatro forum sulle strategie di contrasto alla dispersione scolastica.