Nettuno, al via i lavori di riqualificazione delle strade comunali: le priorità

Partono i lavori di riqualificazione su alcune vie del territorio comunale, ma è come svuotare il mare del degrado con un secchiello

La Commissione straordinaria del Comune di Nettuno ha disposto l’avvio dei lavori di riqualificazione dell’asfalto bucato e ammalorato su alcune strade del territorio. Si tratta di un primo elenco di vie che, a partire dal prossimo 15 luglio, saranno oggetto dell’apertura di alcuni cantieri nell’ambito di una procedura avviata dalla Città Metropolitana della capitale (ex Provincia di Roma).

Partono i lavori di riqualificazione su alcune vie del territorio comunale, ma è come svuotare il mare del degrado con un secchiello

Gli interventi di sistemazione riguarderanno, in particolare, via della Libertà, via XXIV maggio, via 25 luglio e via Montenero.

Si tratta, almeno in linea teorica, di un primo slot di lavori che rientrano nell’ambito di un accordo quadro finanziato con fondi pari a circa 600mila euro reperiti dalle scarse disponibilità di bilancio e con una procedura di selezione della ditta appaltatrice gestita dalla stessa Città Metropolitana.

L’elenco delle prime strade che saranno sottoposte a rifacimento è stato redatto dai tecnici del Comune sulla base di un livello di criticità crescente che ha posto in primo piano le arterie con i segni di degrado più evidenti, anche se si dovrebbe trattare soltanto di una tranche parziale di restauri.

La Commissione straordinaria è, infatti, consapevole del fatto che l’intera infrastruttura stradale del Comune dovrebbe ricevere cura e opere di manutenzione costanti.

L’organo provvisorio di governo evidenzia inoltre che la scarsità delle risorse disponibili per questa tipologia di spesa pubblica dipende da “un preoccupante livello di evasione mai combattuto energicamente ed efficacemente”.

L’ente sta, pertanto, accelerando l’iter necessario a razionalizzare, rendere più efficiente e ottimizzare il servizio tributi, ancora oggi caratterizzato da inerzia, disfunzioni e ritardi. Solo in questo modo sarà, infatti, possibile assicurare a Nettuno le risorse indispensabili per riparare le strade, potenziare i sistemi di illuminazione e ridare decoro ed equilibrio al tessuto urbano.