Roma, maxi incendio via Ardeatina: coinvolti anche un vivaio e un autolavaggio

Sul posto Vigili del Fuoco e Polizia locale, ritardi e deviazioni bus a causa dell'incendio

Anzio, incendio nell’ area dello stabilimento Ecoimballaggi
Foto: Vigili del Fuoco (repertorio)

Nel pomeriggio di oggi, venerdì 21 giugno, per un incendio via Ardeatina è stata chiusa all’altezza di via Millevoi. Si tratta dell’ennesima giornata di fuoco tra Roma e provincia.

Sul posto Vigili del Fuoco e Polizia locale, ritardi e deviazioni bus a causa dell’incendio

I Vigili del Fuoco sono impegnati dalle 15 circa con tre squadre, due autobotti e il carro schiuma in via Ardeatina, nella zona di Tor Pagnotta. Le fiamme sono scaturite da delle sterpaglie per poi interessare anche un vivaio e un autolavaggio.

In corso le operazioni di spegnimento e messa in sicurezza dell’area. Non risultano al momento persone coinvolte.

Sul posto sono intervenute numerose pattuglie dell’VIII Gruppo Tintoretto e IX Eur della Polizia Locale di Roma Capitale per la gestione della viabilità, la messa in sicurezza dell’area e per agevolare il più possibile le operazioni di spegnimento da parte dei Vigili del Fuoco e della Protezione Civile.

L’incendio è divampato all’altezza del civico 620. La via Ardeatina è stata interdetta nel tratto tra via Millevoi e via Tor Pagnotta in entrambe le direzioni.

Sul fronte dei trasporti la linea 720 è stata deviata da via Vigna Murata percorre via di Tor Carbone e via Appia Nuova mentre si registrano forti ritardi e possibili deviazioni anche per la linea di bus 789. La linea 702 devia su via della Cecchignola e via di Castel di Leva.

Un altro grande incendio aveva impegnato nelle scorse ore le squadre dei Vigili del Fuoco di Pomezia, coadiuvate dai volontari della protezione civile Airone. Il rogo aveva avvolto campi incolti nell’area delle Salzare, tra via Valli di Santa Lucia e via Monti di Cesavero, ed è stato domato solo a tarda sera (per dettagli leggi qui).

Sull’incendio di ieri, giovedì 20 giugno in zona Magliana invece, è intervenuto Piergiorgio Benvenuti, presidente del Movimento Ecologista Ecoitaliasolidale. “Ribadiamo l’urgenza – afferma –  di un piano straordinario di messa in sicurezza di tutte le aree abbandonate che rappresentano un pericolo soprattutto in relazione alle alte temperature che avremo questa estate, un maggior controllo delle sponde del Tevere per strappare all’abbandono e al degrado spazi ambientali di pregio come la golena del fiume. Soprattutto una immediata messa in sicurezza di aree che potrebbero causare pericolo di incendi e di insicurezza per i cittadini come è avvenuto ieri a Roma Sud”.