Nuovo sciopero in vista: taxi si fermano per 48 ore

I sindacati spiegano le motivazioni dello sciopero previsto nei primi giorni di giugno

Taxi, sindacati sospendono lo sciopero

All’inizio di giugno è previsto un nuovo sciopero dei taxi. Lo hanno annunciato i sindacati nella mattina di oggi, lunedì 27 maggio.

I sindacati spiegano le motivazioni dello sciopero previsto nei primi giorni di giugno

Lo sciopero avrà la durata di 48 ore e vede sul piede di guerra i tassisti, che si asterranno dal lavoro nelle giornate del 5 e 6 giugno.

Hanno aderito i sindacati Ugl taxi, Federtaxi Cisal, Satam, Tam, Claai, Unione Artigiani, Unione Tassisti d’Italia, Uritaxi, Fast Confal taxi, Unica taxi Cgil, Orsa taxi, Usb taxi, Unimpresa, Sitan/Atn.

“Non essendo pervenuta alcuna convocazione dopo lo sciopero nazionale indetto per lo scorso 21 maggio, contro i diffusi fenomeni di abusivismo presenti nel settore e per chiedere la regolamentazione delle piattaforme tecnologiche“, affermano gli organizzatori spiegando le motivazioni che li hanno spinti a proclamare queste due nuove giornate di sciopero.

IN AGGIORNAMENTO