Alle porte di Roma, il 23 marzo un sabato da ricordare con trekking tra i monti vista mare

Un percorso aperto a tutti gli appassionati di trekking e natura, esplorando i monti della Tolfa e le bellezze naturali della zona, con una strabiliante vista mare

CERVETERI-SABATO-6-APRILE-TREKKING-INFERI-
Sabato 6 aprile gli appassionati di trekking potranno percorrere la celebre via degli Inferi. Foto di repertorio non collegata ai fatti.

Continuano gli appuntamenti da non perdere con i grandi percorsi di trekking tra sport e natura grazie ai quali trascorrere giornate all’aria aperta facendo sport e attività fisica in alcuni tra i percorsi più belli del Lazio, partendo da un promontorio sopra Santa Marinella.

Un percorso aperto a tutti gli appassionati di trekking e natura, esplorando i monti della Tolfa e le bellezze naturali della zona, con una strabiliante vista mare

Questa volta l’appuntamento sarà per sabato 23 marzo con il percorso denominato “Magnatrek”, dove ci si muoverà a piedi lungo un percorso panoramico di trekking costiero sui monti della Tolfa, con l’aggiunta piacevolissima di poter fare, tutti insieme, un pranzo vista mare. Esatto, in un unica escursione mare e montagna, davvero una mescolanza unica.

Dalle 10 del mattino di sabato 23 marzo si partirà da Santa Marinella, per poi scendere in una vallata fra animali al Pascolo, mucche, tori e asinelli, risaliremo sull’altra cresta e finalmente si potrà ammirare il mare.

Inoltre, una volta arrivati al punto più panoramico, ci sarà da ammirare una serie di meraviglie, tra le quali Castello di Santa Severa, il Porticciolo e Castello di Santa Marinella e e la palude di Torre Flavia, se ci sarà bel tempo.

Tant’è vero che tra le tante escursioni, forse questa è tra le più strabilianti a livello panoramico, tanto che è consigliatissimo portare con sé un binocolo per potersi fermare con calma ad ammirare, magari durante una pausa, la natura del posto.

Oltretutto, a livello tecnico e di sforzo atletico, si tratta di un percorso in un classico paesaggio rurale con vista panoramica a 180 gradi di difficoltà medio-facile, lungo 7 chilometri e con un dislivello di 250 metri, che terminerà, come detto, in un pranzo presso il ristorante tipico della zona che è ben più di un punto ristoro, ma una vera e propria fattoria con prodotti a chilometro zero.

La durata complessiva del percorso, pranzo escluso, sarà di 3 ore.

Il punto di partenza dal quale inizierà l’escursione di trekking, a Santa Marinella, sarà comunicato immediatamente a chi scriverà un messaggio di prenotazione dichiarando di voler partecipare, tramite whatsapp, inviandolo al numero 3333290664 (Simona) comunicando nome, cognome, luogo e data di nascita e numero di persone partecipanti.

Per iscriversi, se in possesso della tessera della federazione italiana trekking (Federtrek) il costo d’iscrizione per gli adulti, a persona, sarà di 15 euro (pranzo al ristorante escluso) e, allo stesso modo, per i minorenni, di 10 euro.

Allo stesso modo, potrà partecipare anche chi non la ha, ma a livello assicurativo è fondamentale fare la tessera di iscrizione alla federtrekking (15 euro per adulti e 5 euro per i minori) ai quali saranno aggiunti 10 euro di contributo partecipazione per i “grandi” e di 5 euro per “i più piccoli”.

La tessera può anche essere fatta da ogni partecipante direttamente presentandosi il giorno dell’escursione, portando il modulo compilato, firmato e stampato da ogni partecipante, che è scaricabile cliccando sulle parole chiave in arancione che rimandano al sito ufficiale dell’associazone Noitrek, organizzatrice dell’evento (apri in un’altra pagina web).

Dal punto di vista dei partecipanti, possono prendere parte alla Magnatrek i bambini accompagnati da adulti dagli 8 anni in su e non sono ammessi cani o animali da compagnia.

Come in ogni escursione trekking, la dotazione da portare con sé o indossare è quella classica: scarpe da trekking in ottimo stato, (obbligatorie), zaino adatto al trasporto del necessario per la giornata, abbigliamento idoneo a una escursione e alla permanenza in montagna o in natura.

Per sicurezza è sempre necessario portarsi anche un capo impermeabile da indossare all’occorrenza come strato più esterno protettivo.

Infine, se posseduti, sono caldamente consigliati i bastoncini telescopici tipici per il trekking, per avere una presa adatta sul terreno naturale spesso roccioso, fangoso o accidentato.

Per dissetarsi è consigliabile portare sempre almeno 1 litro e mezzo d’acqua, thé caldo o bevande calde similari o succhi di frutta, frutta secca e in generale tutto ciò che è energetico e leggero, come le barrette proteiche o la cioccolata.

L’organizzazione ricorda che avere un abbigliamento ed equipaggiamento adatto è basilare, obbligatorio per non correre rischi per la propria incolumità.

Sempre per questo fine settimana è da ricordare un altro appuntamento che interesserà invece molto gli amanti del buon vino, del cibo e dei musei, che si terrà a Lanuvio domenica 24 marzo, per un tour tra storia, vino ed eccellenze locali della zona.

Se vuoi approfondire questi argomenti e leggere riguardo ad altri articoli per sapere cosa fare nel tuo tempo libero o nel fine settimana, clicca sulle varie parole chiave presenti in questo articoli e leggi gli altri pezzi pubblicati di recente sul nostro sito web d’informazione, www.canaledieci.it.