Roma, in fuga dai domiciliari finisce al pronto soccorso: 47enne in codice rosso

Corsa per le strade dell'EUR finisce contro un palo dell'illuminazione pubblica: grave la vittima a bordo del veicolo. Era evasa dai domiciliari 

Foto non collegata all'evasione

Si trovava agli arresti domiciliari dopo essere stato condannato a sette anni di reclusione per il il reato di tentato omicidio, l’uomo di 47 anni soccorso la scorsa notte all’EUR, dopo aver impattato con violenza contro un palo dell’illuminazione stradale.

L’uomo era evaso e montato in auto, quando all’incrocio tra Viale dell’Umanesimo e la Colombo, per cause in corso di accertamento, ha perso il controllo del veicolo finendo in codice rosso all’Ospedale Sant’Eugenio.

Corsa per le strade dell’EUR finisce contro un palo dell’illuminazione pubblica: grave la vittima a bordo del veicolo. Era evasa dai domiciliari

Una fuga finita prima di cominciare quella del 47enne evaso dagli arresti domiciliari, che è finito al pronto soccorso dell’Ospedale Sant’Eugenio la scorsa sera, dopo lo schianto con un palo dell’illuminazione comunale.

Nel 2018 dopo l’arresto per tentato omicidio, il Tribunale di Roma aveva stabilito per lui la misura degli arresti domiciliari. Una condanna di sette anni stabilita a marzo del 2023, che ora potrebbe essere aggravata dalla sua evasione finita con una corsa in ospedale.

Dopo lo schianto su cui sono in corso accertamenti anche con alcol e droga test, sul posto sono accorsi i Carabinieri del nucleo radiomobile che hanno messo in sicurezza la strada in attesa del personale della Polizia Locale e chiamato soccorso per l’uomo apparso in gravi condizioni.

Sono stati gli operatori dell’ARES 118 a trasportarlo al pronto soccorso del Sant’Eugenio dove è entrato in codice rosso per ricevere le cure prima dell’arresto stavolta per il reato di evasione.