Casal Palocco, finalmente i lavori per rifare asfalto di strade chiave del quartiere

Si sblocca dopo anni il cantiere per il rifacimento delle strade con la tutela dei pini meno compromessi

CASAL-PALOCCO-LAVORI-ALBERI-ASFALTO-STRADE-PRINCIPALI-

A Casal Palocco, nelle due principali direttrici stradali del quartiere verde per eccellenza nel cuore del sud di Roma e del X Municipio, tra pochissimi giorni partiranno importanti e profondi interventi per rifare l’asfalto, e curare le alberature ammalorate, oltre che piantarne di nuove.

Rifacimento dell’asfalto, modifiche alla viabilità, cura delle alberature e piantumazione di nuovi alberi per lavori che dureranno mesi in strade chiave di Casal Palocco

In particolare, questi lavori comporteranno l’istituzione di divieti di transito da mezzanotte alle 20, ad eccezione dei residenti delle due strade principali di Casal Palocco, che vivranno un restyling profondissimo da febbraio a giugno, per vedere viale Gorgia di Leontini e via Alessandro Magno come mai prima d’ora.

In particolare l’area di cantiere si troverà, indicata da apposita segnaletica verticale, e con presidi di polizia locale per far rispettare divieti e deviazioni per tutta la durata dei lavori, all’incrocio tra via Alessandro Magno e via Eugamone, a partire da lunedì della settimana entrante, 12 febbraio, per concludersi il 12 di giugno.

In proposito, come evidenziat da Valentina Prodon, vicepresidente Assessora all’Ambiente, Sport e Transizione Ecologica – e dall’Assessore ai Lavori Pubblici e al Patrimonio – Guglielmo Calcerano, viene ufficialmente annunciato l’avvio dei lavori in questione:” Imminente l’avvio di un importante cantiere nel quartiere di Casal Palocco, per il rifacimento di Via Alessandro Magno e Via Gorgia di Leontini, a cura del Municipio Roma X. Si tratta di due fondamentali arterie di comunicazione locale, il cui manto stradale presenta punti gravemente ammalorati, anche per la presenza di un gran numero di pini collocati proprio al bordo della carreggiata”.

“Tenuto conto di queste criticitàproseguono Calcerano e Prodone dell’eventualità di un abbattimento preventivo di circa 60 dei 300 pini presenti nell’area dei lavori, già sottoposti a perizia agronomica, abbiamo ritenuto opportuno, di concerto con l’Assessorato capitolino all’Ambiente, svolgere maggiori approfondimenti, coinvolgendo tutte le autorità competenti, tra cui la Soprintendenza ministeriale, sottolineando la necessità di ridurre ulteriormente l’impatto ambientale e paesaggistico dell’opera, e di salvaguardare il maggior numero possibile di alberature esistenti”.

La cantierizzazione, come specificato dalla nota ufficiale, seguirà più fasi e con l’aiuto di agronomi e professionisti, non si faranno abbattimenti indiscriminati di alberi, ma ogni alberatura verrà esaminata caso per caso, per capire lo stato delle radici sottostanti alla carreggiata stradale e intervenire nella maniera appropriata, una volta rimosso il vecchio asfalto.

Per garantire un corretto rimboschimento della zona, si procederà poi ad una maggiore compensazione ambientale, piantando le nuove alberature, dove sarà necessario abbatterle, con un rapporto di 2 a 1 rispetto a quelle che potremmo essere costretti a rimuovere.

Così facendo si intende tutelare sia l’ambiente, che la flora, ma dando grande importanza anche e sopratutto alla sicurezza stradale.

Presumibilmente, nella peggiore delle ipotesi, in relazione al rispetto dei tempi tecnici per predisporre le modifiche, potrebbe esserci uno slittamento di massimo 7-10 giorni rispetto alla data prefissata dal 12 febbraio.
Allo stesso modo, anche per la conclusione dei lavori, potrebbe esserci un piccolo slittamento in avanti di circa 30 giorni, sebbene come detto sia prevista la chiusura dei lavori il 12 giugno, la durata complessiva reale dovrebbe aggirarsi in circa 4-5 mesi.
Va inoltre evidenziato che la richiesta all’interno della determina in questione di disciplinare gli attraversamenti rialzati vale per il provvisorio, ma dovrebbe diventare definitiva, perché nei lavori è prevista anche la realizzazione di questi attraversamenti.

Per quanto riguarda il passaggio degli autobus a completare il quadro della mobilità del quartiere, seguiranno comunicazioni successive.

Nell’annosa vicenda, che si trascina tra polemiche ambientaliste e blocchi della circolazione dei bus sulle strade dissestate, va ricordato il ruolo determinante del Consorzio di Casal Palocco. Sotto la pressione del suo presidente Fabio Pulidori, il quartiere ottenne il finanziamento dei lavori prima, si accedere i riflettori sul rischio di estinzione per mancato utilizzo dei fondi e, ora, lo sblocco delle autorizzazioni.

In questo periodo, infine, sulla A1 ci saranno una serie di lavori per rifare l’asfalto e rimuovere un cantiere autostradale.

Per aggiornamenti in tempo reale sul traffico e ricevere ulteriori informazioni vi ricordiamo il nostro servizio in collaborazione con Astral in questa pagina.

Se vuoi approfondire questi argomenti, clicca sulle parole chiave colorate in arancione e leggi gli altri articoli presenti nel nostro sito web d’informazione, Canaledieci.it.