Ostia, tenta di vendere droga agli agenti in borghese: manette per un 42enne

Arrestato con l’accusa di spaccio di droga un italiano che scambia i poliziotti per dei potenziali acquirenti

ROMA-DENUNCIATI-14-PERSONE-ACCA-LARENTIA-SALUTO-ROMANO-

Lo hanno avvicinato per un controllo mentre si trovava seduto sulla panchina di un giardino condominiale di viale Vasco de Gama ma li ha scambiati per dei potenziali acquirenti proponendogli di acquistare droga. Si trattava, invece, di agenti in borghese della polizia del X Distretto Lido di Roma, impegnati in un servizio di osservazione di contrasto al traffico di droga sul litorale che si sono immediatamente qualificati e hanno bloccato un italiano di 42 anni trovato in possesso di 17 bustine del peso complessivo di circa 4 grammi contenenti crack e cocaina e una settantina di euro in contanti.

Arrestato con l’accusa di spaccio di droga un italiano che scambia i poliziotti per dei potenziali acquirenti

Il pusher è stato quindi condotto in commissariato e tratto in arresto con l’accusa di spaccio di sostanze stupefacenti.

Nell’ambito di un’altra operazione gli agenti del X Distretto, coadiuvati dai colleghi della Sezione Volanti e del Reparto prevenzione Crimine Campania, hanno arrestato due italiani di 27 e 28 anni poiché gravemente indiziati dei reati di rapina, minaccia, lesioni e resistenza a pubblico ufficiale.

I poliziotti, su disposizione della sala operativa, erano intervenuti presso un mini market dove, poco prima, due ragazzi, minacciando il proprietario dell’esercizio commerciale si erano impossessati di alcune bottiglie di birra ed erano usciti dal locale senza pagarle.

I due sono stati localizzati mentre si trovavano ancora nelle vicinanze del minimarket e hanno opposto una violenta reazione nei confronti degli agenti i quali, sia pure con estrema difficoltà, sono riusciti a bloccarli dopo essere stati presi a pugni e a testate.

Al termine degli accertamenti effettuati dagli inquirenti il 27enne è stato arrestato per rapina, minacce, lesioni e resistenza a pubblico ufficiale, mentre il 28enne è stato trattenuto con le medesime accuse fatta eccezione per il reato di rapina.

Gli arresti sono stati poi convalidati dall’autorità giudiziaria su richiesta della procura della repubblica.

E ‘opportuno ricordare che qualsiasi persona indagata, denunciata, indiziata di reato oppure rinviata a giudizio in ogni stato e grado del procedimento penale deve essere considerata innocente sino alla pronuncia di una sentenza di condanna definitiva nei suoi confronti.