Roma, “Non ne posso più, t’ammazzo”. Donna di 50 anni accoltella la compagna

La vittima accoltellata al viso e alla schiena. La compagna che l'aggredita arrestata per tentato omicidio

Litiga con la compagna e per rabbia l’accoltella con quattro fendenti, tre alle spalle e uno in pieno viso. “Non ne posso più, ora ti ammazzo”. Sfiorato un nuovo omicidio a Roma in ambito familiare. Stavolta anche chi aggredisce è una donna come la vittima. La prima a 49 anni, l’altra 52. E’ successo a Ottavia al culmine di un litigio tra due conviventi, due donne sulla cinquantina.

La vittima accoltellata al viso e alla schiena. La compagna che l’aggredita arrestata per tentato omicidio

Gli agenti del commissariato di Primavalle sono intervenuti nell’appartamento della coppia in via di Monte Arsiccio, a Ottavia nella notte tra il primo febbraio e il 2 febbraio. Era passata da quasi un’ora la mezzanotte. Le urla avevano svegliato mezzo isolato.

Venite a prenderla, l’ho accoltellata”, ha detto al telefono. L’ennesima discussione – un po’ per gelosia, un po’ per le difficoltà economiche – era sfociata in una aggressione feroce.

Il coltello da cucina usato come pugnale è stato sequestrato e la donna arrestata per tentato omicidio.

Sangue ovunque

La vittima non risponde, è svenuta a terra quando arrivano i poliziotti e i sanitari di due ambuelnze. Viene dunque portata d’urgenza al vicino ospedale San Filippo Neri. Il ricovero in terapia intensiva, ma salva. Pur essendo stata colpita più volte, fortunatamente la lama non ha toccato organi vitali.

L’aggressione in cucina. La vittima non ha avuto nemmeno il tempo di difendersi. I poliziotti hanno trovato tracce di sangue sul pavimento e sulle pareti.

NOTIZIA IN AGGIORNAMENTO