Roma, 13enni feriti dall’esplosione di un petardo: uno perde una mano, l’altro rischia l’occhio

I due ragazzini, coetanei, stavano giocando in strada con dei grossi petardi e uno è esploso a breve distanza da entrambi, ferendoli in modo gravissimo

POLIZIA-13ENNI-ROMA-MANO-OCCHIO-FERITI-PETARDI-

Questo pomeriggio a Roma, nella periferia est della Città Eterna, c’è stato il ferimento grave di due ragazzini, entrambi di 13 anni, per l’esplosione di un grosso petardo, con il quale stavano giocando in strada, che è esploso tra le mani di uno di loro, coinvolgendo nel violentissimo scoppio anche l’altro giovanissimo che era con lui.

I due ragazzini, coetanei, stavano giocando in strada con dei grossi petardi e uno è esploso a breve distanza da entrambi, ferendoli in modo gravissimo

Di certo c’è che in qualche modo i due ragazzini stessero giocando quest’oggi, lunedì 22 gennaio, in via Borutta, al quartiere de La Borghesiana, con dei petardi che di certo, per la loro grandezza e pericolosità, non hanno saputo e non dovevano assolutamente maneggiare, se non con la supervisione di un adulto, che adesso la polizia di Stato presente sul posto, sta appurando se fosse presente o no, al momento dello scoppio del petardo.

Purtroppo, dalle primissime risultanze investigative, dato che l’evento è accaduto circa mezz’ora fa, intorno alle 17.15 di questo lunedì, l’esplosione da breve distanza ha staccato letteralmente una mano al 13enne che ha acceso l’ordigno pirotecnico, ma lo scoppio ha ferito e lesionato profondamente anche ad un occhio anche il suo compagno di giochi, che ora rischia di perderlo.

Sul caso si stanno approfondendo i rilievi, per capire se il petardo fosse legale, se fosse a norma di legge e se potesse essere usato da dei ragazzini minorenni come i due feriti, e chi glieli abbia dati, permettendo loro di usarli e se, come detto, qualche adulto abbia vigilato oppure no.

Tutto questo verrà appurato dalla polizia, che ora è arrivata sul posto con gli artificieri, e ha già trovato a terra alcuni macabri resti, ovvero pezzetti della mano di uno dei due malcapitati, ed entrambi sono stati trasportati in ospedale per le cure del caso, dal personale medico Ares 118 arrivato in ambulanza.

Proprio quest’oggi, infine, in un altro episodio avvenuto a Boville Ernica, provincia di Frosinone, una senzatetto è stata terrorizzata dallo scoppio a brevissima distanza da dove stava dormendo, di un gigantesco petardo lanciatole addosso intenzionalmente da quattro ventenni che ora sono ricercati dai carabinieri.

Se vuoi approfondire questi argomenti, clicca sulle parole chiave colorate in arancione, presenti in questo pezzo, e leggi gli altri articoli correlati, pubblicati su Canaledieci.it.

NEWS IN AGGIORNAMENTO