Termini, coltello contro una donna che sventa un furto: arrestati due algerini

La donna colpita a volto e poi minacciata con un coltello. Sempre a Termini arrestate altre 6 persone, compreso un palpeggiatore

L'intervento dei carabinieri a Termini

Ha sorpreso due stranieri mentre si intrufolavano nella sua auto parcheggiata vicino Termini. E quando contro di loro ha urlato che rivoleva tutto, ossia l’autoradio e un paio di occhiali da vista appena rubati, i due ladri l’hanno schiaffeggiata e minacciata di morte: “Se parli o chiami qualcuno ti facciamo fuori”.

La donna colpita a volto e poi minacciata con un coltello. Sempre a Termini arrestate altre 6 persone, compreso un palpeggiatore

Minacce che però non sono servite a evitare l’arresto. I due stranieri – che poi si sono rivelati due amici algerini senza fissa dimora – sono stati a stretto giro arrestati dai carabinieri in via Principe Amedeo proprio mentre cercavano di nascondere il coltello.

Con la stessa arma poco prima avevano tentato di mettere a segno una rapina.

I carabinieri hanno anche accertato che i due, poco prima, avevano minacciato con il coltello una commerciante, dipendente di un ingrosso di carni all’interno del mercato “Esquilino”, per ottenere l’incasso, non riuscendoci per l’intervento di più commercianti con cui avevano una colluttazione prima di darsi alla fuga.

Non sono gli unici arresti effettuati nell’arco di un paio di giorni dai militari dell’Arma nella zona di Termini al centro di proteste per l’alto rischio di furti, aggressioni e spaccio al minuto. In manette sono finite complessivamente 8 persone e 9 sono state denunciate.

Spaccio di crack

Due cittadini tunisini sono stati sorpresi, in via Giovanni Giolitti, mentre spacciavano alcune dosi di crack a due giovani.

I carabinieri del Nucleo Roma Scalo Termini hanno arrestato, invece, tre sudamericane – una peruviana e due cubane – notate dall’addetto alla sicurezza di un negozio all’interno della galleria Forum Termini mentre tentavano di asportare capi di abbigliamento. I militari le hanno trovate in possesso di merce, per un valore di 750 euro, occultata all’interno di una borsa schermata, idonea ad eludere i controlli antitaccheggio.

Il palpeggiatore

Nelle ultime ore, i carabinieri della Compagnia Roma Piazza Dante hanno anche sottoposto a fermo un 44enne del Marocco, senza fissa dimora e con precedenti, per aver palpeggiato nelle parti intime una turista, 34enne del Madagascar, all’interno della stazione ferroviaria Termini.

I militari hanno poi denunciato a piede libero un 64enne trovato, in via Turati, in possesso di un coltello, altre 7 persone per inosservanza del D.a.c.ur. (il cosiddetto Daspo Urbano), emesso nei loro confronti dal Questore di Roma.

I carabinieri hanno anche sanzionato 10 persone per divieto di stazionamento nei pressi della stazione Termini, con contestuale notifica di ordine di allontanamento per 48 ore dalla predetta area e sanzione amministrativa di 100 euro.

Poco più di una settimana fa una donna è stata aggredita di notte mentre stava aspettando l’autobus: è stata colpita con un pezzo di schienale di una sedia in legno e ha riportato una frattura scomposta della tibia, con prognosi di 40 giorni. L’aggressore, un ventisettenne nigeriano, si è poi accanito contro gli agenti che sono intervenuti per arrestarlo.