Roma, giovane ferito in auto: colpito con cocci di bottiglia

Il ragazzo ferito è stato portato in codice rosso all'ospedale di Tor Vergata

ROCCA-DI-PAPA-AMBULANZA-BOVINO-AUTO-INCIDENTE-
Nel ristorante sono intervenute più ambulanze

Nel pomeriggio di oggi, domenica 7 gennaio, un giovane è stato trovato ferito in un’auto in una zona periferica della città di Roma. In base alle prime informazioni potrebbe essere stato colpito da cocci di bottiglia.

Il ragazzo ferito è stato portato in codice rosso all’ospedale di Tor Vergata

Si tratterebbe di un ragazzo di 22 anni, trovato ferito in modo grave in una vettura intorno alle ore 17 di oggi.

L’auto era su via Lecce dei Marsi, nella zona di Castelverde, alla periferia della Capitale.

In base alle prime informazioni potrebbe essere stato colpito con dei cocci di bottiglia. Il giovane è stato trasportato in codice rosso al policlinico di Tor Vergata. Sul caso indaga la Polizia.

L’allarme

Il giovane, M.I., 21 anni, residente a Roma ma originario di Napoli, è stato trovato sanguinante e in gravissime condizioni riverso all’interno di una Fiat Panda, intorno alle 17.

Era ferito, colpito da almeno setti fendenti, inferti con un coccio di bottiglia al termine di una lite. La ferita più grave alla schiena.

Il clacson

Il giovane ha suonato il clacson per attirare l’attenzione dei residenti e chiedere aiuto. Agghiacciante lo scenario che si sono ritrovati davanti i passanti prima e i primi soccorritori del 118 dopo.

Il ventenne era una maschera di sangue, dappertutto nell’auto tracce ematiche e pezzi di vetro. Lui si lamentava: “Muoio, mi sento morire”.

Sul posto è arrivata anche la Polizia Scientifica per i rilievi di rito, l’automobile è stata posta sotto sequestro e messa a disposizione dell’autorità giudiziaria.

E’ probabile che la lite sia scoppiata in strada e il giovane poi sia stato aggredito anche in auto dove sperava di rifugiarsi e scappare. Le ferite, però, troppo gravi e diffuse non gli hanno dato scampo. E’ riuscito solo a chiedere aiuto mentre l’aggressore era già sparito.

Gli investigatori ora cercano una pista da alcuni sistemi di videosorveglianza del quartiere.

IN AGGIORNAMENTO