Telelaser nel Lazio: dove saranno da lunedì 8 a domenica 14 gennaio

La prossima settimana i telelaser saranno presenti quattro volte in provincia di Perugia, due a Roma e una a Latina

Telelaser nel Lazio: dove saranno i controlli della velocità dal 19 al 25 febbraio

Tornano i controlli della velocità con telelaser e autovelox da parte della Polizia stradale. Nella settimana che va da lunedì 8 gennaio a domenica 14 gennaio le postazioni mobili saranno sette, collocate tra Lazio e Umbria.

Vediamo, nel dettaglio, dove saranno.

La prossima settimana i telelaser saranno presenti quattro volte in provincia di Perugia, due a Roma e una a Latina

Lunedì 8 gennaio occhi puntati sul raccordo autostradale di Corciano, in provincia di Perugia mentre martedì 9 gennaio gli agenti saranno presenti sulla statale 148 Pontina, nella zona di Sabaudia.

Mercoledì 10 gennaio le apparecchiature mobili saranno presenti sulla strada statale 3 bis Tiberina (E45) in località Acquasparta (Perugia), venerdì 12 gennaio si resta sulla stessa strada ma a Città di Castello mentre sabato 13 gennaio le rilevazioni saranno di nuovo sulla E45 ma a Ponte Pattoli.

Sabato 13 gennaio una seconda rilevazione della velocità è in programma sulla A12 Roma-Civitavecchia mentre domenica 14 gennaio sarà posta attenzione particolare alla A24, zona Castel Madama-Grande raccordo anulare.

Le sanzioni per chi non rispetta i limiti sono le seguenti, in sintesi (dall’art. 142 del codice della strada):

  • fino a 10 km/h in più rispetto al limite – sanzione pecuniaria compresa tra 42 e 173 euro
  • oltre 10 km/h e fino a 40 km/h in più – sanzione pecuniaria compresa tra 173 e 695 euro e decurtazione di 3 punti sulla patente;
  • oltre 40 km/h e non oltre i 60 km/h – sanzione pecuniaria tra 544 e 21714 euro, decurtazione di 6 punti sulla patente e sanzione accessoria della sospensione della patente di guida da uno a tre mesi
  • chiunque supera di oltre 60 km/h i limiti massimi di velocità è punito con una sanzione pecuniaria compresa 847 e 3.389 euro, con la decurtazione di 10 punti sulla patente e la sanzione accessoria della sospensione della patente da sei a dodici mesi. In caso di recidiva in un biennio è disposta la revoca della patente di guida.

Le sanzioni sono aumentate per i neopatentati e per i conducenti professionali.