Tivoli, rapina a due passi dall’ospedale blindato per il rogo

Mentre la cittadina resta sotto pressione per l’incendio all’ospedale scatta la rapina a un esercizio commerciale

ROMA-DENUNCIATI-14-PERSONE-ACCA-LARENTIA-SALUTO-ROMANO-

Non sono ore facili per Tivoli, la cittadina dove ieri, venerdì 8 dicembre, è divampato l’incendio che ha ucciso tre persone e reso inagibile l’ospedale San Giovanni Evangelista. Una rapina effettuata in un negozio di abbigliamento ha nuovamente acceso i riflettori della cronaca sull’agglomerato urbano situato nell’hinterland della Capitale.

Mentre la cittadina resta sotto pressione per l’incendio all’ospedale scatta la rapina a un esercizio commerciale

Il fatto si è verificato intorno alle ore 16.00 di oggi, sabato 9 dicembre, quando in via Colsereno un individuo di sesso maschile è entrato nell’esercizio commerciale e, minacciando, il personale presente si è impossessato di 200 euro in denaro contante guadagnando l’uscita e dandosi alla fuga. Nonostante il tempestivo intervento di una volante della polizia di Stato proveniente dal commissariato locale, non è stato possibile mettersi sulle tracce del rapinatore che è riuscito a sottrarsi all’arresto.

Sul posto è intervenuto anche il personale di un equipaggio del 118 anche se, fortunatamente, nessuno dei presenti all’interno del locale al momento della rapina ha avuto bisogno di ricorrere alle cure dei soccorritori.

Sono in corso indagini per accertare se l’autore del reato possa essere stato visto da testimoni che si trovavano in strada al momento della sua fuga dal negozio oppure essere stato ripreso da qualche telecamera di sorveglianza