Roma, 38enne ferito alla testa da ignoti che gli sparano e fuggono: indagini in corso

La vittima è stata vista barcollare nei pressi di un parco della capitale, gravemente ferito da ignoti che gli hanno sparato alla testa con un'arma ad aria compressa

POLIZIA-TABACCHI-ARRESTATI.4-

Roma: mistero nella parte est della Capitale, con la polizia di Stato che sta indagando sul ferimento di un uomo che è stato colpito alla testa da un colpo esploso da ignoti poi fuggiti, utilizzando un’arma ad aria compressa.

La vittima è stata vista barcollare nei pressi di un parco della capitale, gravemente ferito da ignoti che gli hanno sparato alla testa con un’arma ad aria compressa

Nella fattispecie, l’uomo, un 38enne, è stato visto nella notte tra sabato e domenica scorsa, poco prima della mezzanotte, tra Tor Tre Teste e Tor Sapienza, in via Giuseppe Rosati, mentre barcollava in strada.

L’aggredito perdeva copiosamente sangue dalla testa e una coppia di passanti lo ha notato in grave difficoltà, avvisando immediatamente la polizia telefonando al numero unico per le emergenze 112, dando il via alle indagini.

La polizia compentete per zona ha raggiunto il ferito che ha raccontato agli agenti arrivati sul posto la sua versione dei fatti, spiegando di essere stato raggiunto intenzionalmente da un colpo esploso da un’arma ad aria compressa, probabilmente una pistola.

Immediatamente soccorso nei pressi dell’area verde del locale Parco di Tor Tre Teste, nelle vicinanze di un centro sportivo, l’uomo è stato portato in ospedale e refertato con una prognosi di 10 giorni, mentra ora è caccia alla persona o alle persone che lo hanno gravemente ferito, anche ricorrendo ai particolari forniti dalla vittima e analizzando i video della telecamere di videosorveglianza presenti nei dintorni.

In particolare, i poliziotti hanno parlato anche con i responsabili del centro sportivo presente nei pressi, mentre era in corso una festa privata e nessuno sembra sapere nulla al riguardo, nè sono stati trovati altri indizi utili, nè il piombino nè tracce di sangue nei paraggi o dentro la struttura sportiva.

Il 38enne è stato quindi ricoverato in codice rosso ed ora risulta essere fuori pericolo, ma la paura è stata molta e il mistero sull’accaduto resta grande, con tanti aspetti ancora da chiarire, in particolare il motivo dell’assalto, se si sia trattato di un’imboscata o di un’atto di pura follia e se davvero il  ferito non conoscesse chi gli ha sparato.

NEWS IN AGGIORNAMENTO