Roma, ruba cibo dal supermercato e per fuggire picchia il direttore: 50enne arrestato

Dopo aver rubato alcuni generi alimentari un uomo ha cercato di uscire dal supermercato picchiando il direttore dell'esercizio commerciale

Foto d'archivio non collegata ai fatti

Roma: sono 6 le persone arrestate in flagranza di reato dalla polizia di stato perchè gravemente indiziate dei reati di furto e rapina, tutti quanti arresti in flagranza.

Dopo aver rubato alcuni generi alimentari un uomo ha cercato di uscire dal supermercato picchiando il direttore dell’esercizio commerciale

In un caso una persona ha rubato alcuni generi alimentari da un supermarket sulla Nomentana ma, vistosi scoperto, nel tentativo di darsi alla fuga ha spintonato un dipendente e percosso il direttore.

Il 50enne italiano è quindi stato arrestato per rapina dagli agenti del commissariato Vescovio. Inoltre, uno dei dipendenti dell’esercizio commerciale si è accorto che i vestiti e lo zaino indossati dall’uomo erano gli stessi che, a seguito di furto, gli erano stati sottratti alcuni giorni prima assieme al portafoglio ed al Tablet. L’arresto è stato convalidato con l’obbligo di presentazione alla PG.

Proseguendo, in un’altra vicenda, un 29enne tunisino ha cercato di rubare una costosa bicicletta a pedalata assistita ed è stato colto sul fatto e ammanettato dagli agenti del commissariato di Porta Maggiore.

La bici in questione era stata parcheggiata dal proprietario fuori da un supermercato nel quartiere Prenestino: uscendo con la spesa in mano, ha trovato un uomo che armeggiava con la catena per forzarla.

L’immediata chiamata fatta dall’uomo all’112 ha permesso ai poliziotti di arrivare in breve tempo e di fermare il 29enne che, tra l’altro, avrebbe anche minacciato verbalmente la vittima.

Il presunto autore è stato arrestato perché gravemente indiziato di rapina. La Procura ha chiesto ed ottenuto dal Giudice per le Indagini Preliminari la convalida dell’operato della polizia giudiziaria.

Sempre un locale della grande distribuzione è stato teatro dell’arresto di 2 ragazzi nella zona di Romanina: nel primo pomeriggio, una pattuglia “in borghese” del commissariato di zona ha notato un’auto sospetta che si aggirava per il parcheggio di un centro commerciale.

I poliziotti, senza essere notati, hanno seguito la macchina fino a vedere uno dei 2 occupanti che, con mossa fulminea, scendeva dal mezzo, si avvicinava ad una Fiat 600, l’apriva con l’aiuto di un cacciavite e dopo aver rubato una borsa porta-pc risaliva sulla propria auto. Gli agenti a quel punto intervenivano e bloccavano i 2 ragazzi.

Dopo gli accertamenti di rito i due sospetti, un 34enne ed un 26enne già noti alla Forze dell’Ordine, sono stati arrestati perché gravemente indiziati di furto aggravato. La misura cautelare è stata convalida dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Roma che ha disposto per entrambi l’obbligo di presentazione alla PG.

Simile la vicenda che ha portato all’arresto di un uomo di origini algerine in via Principe Amedeo: l’odierno indagato è stato visto scendere da un’auto per tentare un borseggio. Il 41enne è stato fermato dagli agenti del commissariato Esquilino. Anche in questo caso, in sede di convalida, il GIP ha ratificato l’operato della Polizia di Stato.

Infine un altro rapinatore ha cercato di rubare uno zaino ad un passante il 65enne arrestato, sempre nel pomeriggio di ieri, dagli agenti del commissariato Sant’Ippolito. All’opposizione della vittima il presunto autore lo avrebbe colpito con alcuni pugni. L’Autorità Giudiziaria ha convalidato l’arresto e disposto la misura della custodia cautelare in carcere.

canaledieci.it è su Google News:

per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie clicca su questo link digita la stellina in alto a destra per seguire la fonte.